Da sabato 6 giugno, il decreto scuola è legge. Cosa cambia per il concorso docenti?

Da sabato 6 giugno, il decreto scuola è legge. Cosa cambia per il concorso docenti?
Precari, test a risposta aperta. No alle crocette.
Supplenze più veloce l’assegnazione: le graduatorie diventano digitali e passano agli Uffici scolastici regionali e provinciali

Leggi il comunicato sul sito del MIUR riguardo il Decreto Scuola: https://www.miur.gov.it/web/guest/-/il-decreto-scuola-e-legge-approvato-in-via-definitiva-alla-camera

Come hanno accolto i siti specializzati e più autorevoli il varo da parte del Parlamento, alla vigilia della chiusura dell’anno scolastico, le norme definitive del Decreto Scuola, ora legge 41/2020 dello Stato Italiano?

Molto viene confermato ma molto cambia. Per alcune novità ci sarà tempo fino a settembre, forse, sulla base dell’andamento del virus, anche per cambiare ancora; per altre, la rivoluzione è in una riga: “La prova scritta è articolata in quesiti a risposta aperta”. I candidati al concorso straordinario dovranno superare con almeno il punteggio di sette decimi un test con risposte aperte. Cambia anche la competenza sulle supplenze che passano agli Uffici scolastici e saranno assegnate più velocemente.

La legge interviene su aspetti molto eterogenei: dal contestato plexigas tra i banchi delle aule all’edilizia scolastica. Ecco una panoramica di come la legge 41 è stata accolta.

LINK PER APPROFONDIRE:

Articoli recenti

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

Si surriscalda la polemica attorno alle scuole e, in questo caso, verrebbe da dire bene. Il problema, infatti, è proprio la temperatura troppo fredda che rende difficile per molti studenti studiare in condizioni normali. Stando alla denuncia del presidente...

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

Perché non sviluppare strategie metacognitive già dalla scuola primaria? “La caratteristica peculiare dell’Università consiste nell’insegnare a studiare. La laurea è solo la prova che si sa studiare, che si sa acquisire formazione da se stessi e che ci si è trovati...

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...