Covid scuola, si parte con i test rapidi ripetuti a breve tempo per docenti, Ata e studenti

Fonte: Orizzontescuola.it – 18 gennaio 2020

Stefania Salmaso, ex direttrice del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute all’Istituto superiore di sanità e oggi membro dell’Aie, Associazione italiana di epidemiologia, spiega quanto sia importante la sorveglianza sanitaria nelle scuole attraverso i tamponi. In Toscana e in Emilia Romagna la presenza più massiccia  ma un po’ in tutta Italia tanti comuni hanno attivato gli screening per docenti, personale e studenti. Anche in Sicilia la Regione ha invitato nei giorni scorsi una circolare in cui invita gli istituti ad agire in tal senso. “Per essere efficaci, i test rapidi devono essere ripetuti con regolarità” spiega Stefania Salmaso. L’aspetto fondamentale dei test rapidi è la ripetitività, quindi la cadenza fissa, che permette di ovviare ai due limiti principali dei tamponi rapidi antigenici: la loro fallibilità (la precisione è molto variabile fra le marche e comunque inferiore rispetto ai tradizionali tamponi molecolari) e il fatto che fotografano la situazione del contagio solo nel momento in cui vengono effettuati. La strategia più efficace è quella di effettuare test rapidi ripetuti ogni 3-4 giorni. Con i test rapidi si potrebbe monitorare l’evoluzione dei contagi nelle scuole, che resta comunque un punto interrogativo, come fa notare Salmaso: “Uno studio sui focolai epidemici nelle scuole in Inghilterra ha dimostrato che la maggior parte della trasmissione era tra gli insegnanti e in misura minore tra gli allievi. Anche la valutazione dei dati di contact tracing sembra indicare che in pochi casi la trasmissione intrafamiliare sia stata avviata da un ragazzo che va a scuola”.

Abstract articolo di Fabrizio De Angelis

Articoli recenti

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...