Draghi alle Regioni: accelerare vaccinazione docenti e Ata.

Fonte:  Orizzontescuola.it – 22 febbraio 2021

Draghi chiede alle Regioni di accelerare sulla vaccinazione del personale scolastico. Gli enti locali hanno lanciato l’idea di trasformare le scuole già chiuse per Covid in hub per la vaccinazione degli insegnanti. Ma il ministro Gelmini non ha acconsentito: “Tenere aperti gli istituti scolastici è una delle priorità del governo Draghi, motivo per cui vi chiediamo di aumentare il numero delle vaccinazioni di maestri e professori”. Il problema più grande, in questo momento, è costituito dalle forniture vaccinali. L’obiettivo del commissario all’emergenza Domenico Arcuri è vaccinare circa 19 milioni di persone entro giugno. Non è un obiettivo a caso, ma il risultato di una valutazione che tiene conto della curva epidemiologica,  dell’effetto moltiplicatore delle varianti e dell’indicazione degli esperti che fissano all’80 per cento la quota di popolazione da coprire per sviluppare l’immunità di gregge. Se non si sarà raggiunto l’80% di persone vaccinate entro l’estate non sarà possibile contenere l’epidemia e andremo incontro ad un’estate complicata. Ormai è chiaro che nelle scuole si diffondono i casi legati alle varianti del coronavirus. Le Regioni chiedono all’esecutivo una classificazione di rischio per le attività scolastiche e universitarie. Si rivendica anche la necessità di maggiori forme di congedo parentale e più risorse a sostegno dei genitori in caso di chiusura delle scuole. Infine si rimarca anche la possibilità di garantire la vaccinazione agli insegnanti, indipendentemente da dove prestano servizio.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...