Dantedì: le celebrazioni per il Sommo Poeta

Fonte:  latecnicadellascuola.it – 25 marzo 2021

Il 25 marzo, come è noto, iniziò il viaggio ultramondano di Dante Alighieri (1265-1321),  così come descritto nella “Divina Commedia” (su cui la mole degli studi e della bibliografia sono secondi solo alla Bibbia), e quest’anno il “Dantedì” cade proprio  in occasione del settimo centenario della sua morte. Istituito su proposta del ministro della Cultura Dario Franceschini nel 2020, il Danted’ quest’anno viene celebrato anche con una diretta Rai alle 19.10,  alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro della Cultura, Dario Franceschini, con la lettura da parte di Roberto Benigni del  XXV Canto del Paradiso, nel Salone dei Corazzieri al Quirinale. Presenta Serena Bortone, interviene il gruppo di musica antica Al Qantarah. Sul sito web del ministero della Cultura è disponibile il programma delle iniziative previste in tutta Italia. In particolare la Rai celebra Dante Rai1, dopo la diretta dal Quirinale, in terza serata con il documentario “Dante e il potere” con una lezione del professor Alessandro Barbero presso il Complesso monumentale di Santa Croce, a Firenze. Rai3 ripropone la replica della lettura di Roberto Benigni de “Il Quinto dell’Inferno”, in onda alle 21.20. Ad accompagnare la lettura di Benigni, un’introduzione di  Corrado Augias sulla visione dell’amore in Dante. A seguire ”L’Italia di Dante”, una discussione in studio tra Corrado Augias e  Aldo Cazzullo, intervistati da Giorgio Zanchini.  (…)

Il Comitato per le celebrazioni ha finanziato circa 100 iniziative e patrocinato più di 400 eventi.

“Dante – ha detto il ministro Franceschini – ci insegna anche ad avere fiducia e credo che per quest’anno dovremo avere in mente davvero l’ultimo viaggio dell’Inferno ‘e quindi uscimmo a riveder le stelle’“.

Abstract articolo di Pasquale Almirante

Articoli recenti

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...