Sciopero della scuola

Fonte: Il Sole 24 Ore – 28 maggio 2021

Abstract articolo di Redazione

Mercoledì 9 giugno dalle 15 alle 18 a Piazza Montecitorio i sindacati della scuola manifesteranno in piazza, chiedendo di adeguare il decreto Sostegni al Patto per la Scuola.

«Mentre il 20 maggio veniva firmato il Patto per la Scuola al centro del Paese con le organizzazioni sindacali confederali, il governo predisponeva un decreto legge che interviene sulle medesime materie senza alcun confronto», spiegano.

Le parti sociali si mobilitano per cambiare il decreto e per chiedere la stabilizzazione di tutti i precari, la stabilizzazione dei Dsga facenti funzione con 3 anni di servizio, il superamento dei blocchi sulla mobilità, il rafforzamento degli organici del personale docente, educativo ed Ata, la riduzione del numero massimo di alunni per classe, la possibilità di partecipazione a un nuovo concorso in caso di mancato superamento del precedente.

Articoli recenti

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

Si surriscalda la polemica attorno alle scuole e, in questo caso, verrebbe da dire bene. Il problema, infatti, è proprio la temperatura troppo fredda che rende difficile per molti studenti studiare in condizioni normali. Stando alla denuncia del presidente...

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

Perché non sviluppare strategie metacognitive già dalla scuola primaria? “La caratteristica peculiare dell’Università consiste nell’insegnare a studiare. La laurea è solo la prova che si sa studiare, che si sa acquisire formazione da se stessi e che ci si è trovati...

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...