Premiazione del Concorso nazionale “La presidenza italiana del G20: progettare e lavorare per dare un volto nuovo al mondo in cui vogliamo vivere”

Oggi 1 giugno, dalle ore 10, presso la Sala “Aldo Moro” del Ministero dell’Istruzione, si svolgerà la premiazione delle scuole vincitrici del concorso nazionale “La presidenza italiana del G20: progettare e lavorare per dare un volto nuovo al mondo in cui vogliamo vivere”, destinato alle secondarie di I e II grado per l’anno scolastico 2020/2021.

L’iniziativa si è conclusa lo scorso 2 aprile e ha visto protagonisti 180 tra istituti statali e paritari.

L’idea è quella di stimolare negli studenti e studentesse una riflessione e un approfondimento su questo forum mondiale e far comprendere quale contributo avrebbe potuto portare la scuola italiana.

Riflettere quindi su modelli formativi innovativi e sul valore della vita umana e vivente in generale, quindi anche sulle tematiche ambientali, come l’uso sostenibile delle risorse naturali e promozione dello sviluppo di nuove tecnologie e la gestione dei rifiuti, il trattamento delle acque fino all’incentivazione di prodotti eco-sostenibili.

Tutto ciò è stato realizzato chiedendo ai ragazzi di esprimersi in forma di elaborato letterario (articoli, saggi, poesie, racconti, fino a un massimo di 10 mila battute) o artistico (disegni, manifesti, foto, collage, realizzati con ogni strumento o tecnica e di tipo multimediale, come video, app, canzoni, podcast, spot, fino a una durata massima di 5 minuti).

Verranno quindi presentati i 5 progetti selezionati in Italia e risultati vincitori:

Progetto: “Calendario Salva il mondo giorno per giorno” – Istituto Comprensivo Pagnacco – Martignacco, Pagnacco (UD) – Progetto: “Orti didattici Sociali ed Inclusivi” – Istituto Comprensivo via Correggio, Monza. – Video “Di Tutti” – I.I.S. Einaudi, Roma; – Video “Fatti Consigliare!” – Liceo classico Terenzio Mamiani, Roma; – Video “Il mondo che vorrei” – POLO 3, Fano (PU).

Ilaria Montenegri

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...