ESAME DI MATURITA’: USCITE LATINO E MATEMATICA

Latino al Liceo classico e Matematica allo scientifico.

Queste le materie della seconda prova scritta dell’esame di maturità, ufficializzate con il decreto ministeriale del 25 gennaio.

Per gli altri indirizzi le materie sono Economia Aziendale per gli Istituti tecnici del Settore economico indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing”, Progettazione, costruzioni e impianti per l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”.

Gli esami prenderanno il via il 21 giugno con la prima prova scritta di italiano.

SI TORNA ALLA MODALITA’ PREPANDEMIA

L’esame si svolgerà da questo anno seguendo la modalità in vigore prima dell’emergenza sanitaria.

Oltre alle due prove scritte è quindi previsto il colloquio, finalizzatoad accertare il conseguimento del profilo educativo, culturale e professionale. Il candidato sarà chiamato a illustrare anche le esperienze svolte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), nonché le competenze acquisite nell’ambito dell’Educazione civica.

Per la Commissione, oltre al presidente esterno, sono previsti tre membri esterni e tre interni all’istituto.

IL DIBATTITO SUL VOTO

Intanto fa discutere la proposta avanzata in Alto Adige di non prevedere voti inferiori al 4. Su questa prospettiva, sulla quale si è espresso in modo negativo il ministro dell’istruzione Valditara, i pareri degli insegnanti e degli specialisti sono discordanti. “I voti servono solo come indicatori temporanei durante l’anno e possono essere declinati nella misura più utile allo studente e al docente. – ha spiegato il ministro Valditara – Una scuola positiva e amica considera il voto come semplice indicatore del livello raggiunto in quel momento.

Quello che conta è che ci sia un criterio di valutazione serio che serva a studente e docente per far capire: stai andando bene, stai andando male.

Insomma il livello di preparazione e di rendimento in quel determinato momento.

Per il resto attenzione a non far crescere nell’ovatta i nostri ragazzi.

Se non li abituiamo ad affrontare le frustrazioni che nella vita saranno tante facciamo il loro male”.

Insomma gli studenti devono rassegnarsi alla possibilità di tornare a casa con un bel 2.

Alberto Barelli

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...