CONCORSI DIRIGENTI SCOLASTICI AL VIA IN AUTUNNO

In autunno al via i concorsi ordinari e riservato per dirigenti scolastici.

Il Ministero sta ultimando le procedure, anche se la strada continua a essere in salita. L’ultima novità in ordine di tempo è la bocciatura da parte del CSPI della bozza del decreto per il concorso riservato, cioè destinato esclusivamente ai candidati ricorrenti rispetto alla selezione del 2017.

Una volta che la bozza con le opportune modifiche avrà ottenuto il nulla osta potranno essere indetti i due concorsi, per i quali si punta a procedere a luglio.

1140 POSTI IN PALIO

Il numero complessivo dei posti da assegnare per il prossimo triennio sono complessivamente 1140 posti. Di questi, il 40% (456 posti) saranno riservati per il concorso riservato, mentre il restante 60% (684 posti) sarà destinato al concorso ordinario.

CONCORSO RISERVATO

Ad avere i requisiti per partecipare al concorso sono circa 5mila candidati. Queste le condizioni richieste:

presentazione di un ricorso entro i termini di legge o contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova scritta in corso;

superamento della prova scritta e della prova orale, a cui siano stati ammessi in forza di un provvedimento giurisdizionale cautelare;

presentazione del ricorso entro i termini di legge o contenzioso giurisdizionale in corso per il mancato superamento della prova orale.

MODALITA’ PREVISTA PER LE PROVE

Queste le prove previste:

Prova preselettiva scritta (computer based), consistente in 100 quesiti. 5 quesiti riguardanti la conoscenza della lingua straniera e degli strumenti informatici. Ogni quesito avrà 4 opzioni di risposta, assegnando 1 punto per ogni risposta corretta e 0 punti per ogni risposta errata. La durata della prova sarà di 120 minuti.

Per chi non supera la prova dovrà essere affrontata una prova orale di 60 minuti.

Dopo le prove, i candidati che le avranno superate dovranno seguire un corso intensivo di formazione della durata di 120 ore, composto da quattro moduli formativi.

GRADUATORIA E ASSUNZIONE

I vincitori del concorso saranno inseriti in un elenco graduato in base al punteggio ottenuto. Saranno inseriti in coda alla graduatoria di merito del concorso del 2017. Le assunzioni avverranno sul 40% dei posti disponibili, attingendo dalla graduatoria successiva a quella del concorso

Alberto Barelli

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...