Infermiere di famiglia e di comunità

Durata corso:

12 mesi

b

Crediti:

60

Master universitario di 1° livello
Nel Patto per la salute 2019-2021 Governo e Regioni si riconosce la necessità di introdurre a pieno titolo la figura dell’infermiere di famiglia/comunità per l’assistenza sempre più necessaria a cronici e fragili.
Questa figura, col Decreto Rilancio, viene confermata e istituita “per legge”, aprendo la porta alla sua istituzione omogenea su tutto il territorio nazionale per il miglioramento dell’assistenza.
E’ necessario che gli infermieri acquisiscano conoscenze e competenze specialistiche nelle cure primarie e sanità pubblica.
Il ruolo dell’infermiere di famiglia/comunità è quello di promuovere salute, prevenzione e gestire nelle reti multiprofessionali i processi di salute individuali, familiari e della comunità all’interno del sistema delle cure primarie. Risponde ai bisogni di salute della popolazione di uno specifico ambito territoriale di riferimento (distretto) non erogando solo assistenza, ma attivandola e stabilendo con le persone e le comunità rapporti affettivi, emotivi e legami solidaristici che diventano parte stessa della presa in carico. L’infermiere di famiglia e comunità svolge attività trasversali per accrescere l’integrazione e l’attivazione tra i vari operatori sanitari e sociali e le risorse sul territorio utili a risolvere i problemi legati ai bisogni di salute.
Si tratta di una figura professionale che, insieme ad altre, forma la rete integrata territoriale, prende in carico in modo autonomo la famiglia, la collettività e il singolo. Ha un ruolo anche proattivo per promuovere salute, educazione sanitaria per la persona sana e la famiglia e la comunità e insegna l’adozione di corretti stili di vita e di comportamenti adeguati.
Si tratta di una figura innovativa, ma necessaria per affrontare la vera innovazione che è la capacità di guardare i bisogni dei nostri cittadini attraverso punti di vista diversi.

Obiettivi

  • Acquisire competenze per attivare modalità di assistenza innovative: la tele medicina, la tele assistenza e la tele nursing;
  • Acquisire nuove competenze per lavorare in équipe multiprofessionali sul territorio, intervenendo a domicilio con un meccanismo di coordinamento professionale che è una sorta di adattamento reciproco tra professioni.
  • Acquisire capacità di co-progettare interventi nei confronti dell’individuo, della famiglia e della comunità assieme ai medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, gli assistenti sociali ecc.
  • Acquisire conoscenze sui nuovi modelli organizzativi dell’assistenza territoriale in virtù dei cambiamenti sociodemografici del Paese con l’aumento delle patologie croniche e delle co-morbidità;
  • Acquisire le competenze per aumentare l’empowerment di comunità per influenzare e controllare maggiormente i determinanti di salute e la qualità di vita all’interno della propria comunità;
  • Acquisire le competenze per incrementare l’empowerment individuale della persona assistita, in modo da migliorare la sua capacità di ‘fare fronte’ alla patologia e di sviluppare abilità di auto-cura;
  • Acquisire competenze per riconoscere e mobilitare risorse all’interno delle comunità, comprese le competenze, le conoscenze e il tempo di individui, gruppi e organizzazioni della comunità.

a chi è rivolto

Il Master è rivolto a tutti coloro che sono in possesso della Laurea in infermieristica o titolo equipollente.

ESAMI

Il master è strutturato in 5 macroaree corrispondenti a 5 esami:

  • G1 L’infermiere e le cure primarie
  • G2 L’infermiere: autonomia e responsabilità
  • G3 L’infermiere e le fragilità
  • G4 L’infermiere la prevenzione e l’informazione
  • G5 L’infermiere e la comunicazione

Inoltre lo studente dovrà integrare il proprio percorso con un tirocinio formativo o un lavoro di ricerca.
Gli esami si svolgono interamente in modalità online e sono strutturati in 30 domande a risposta multipla.

PROVA FINALE

La prova finale (4 cfu) consiste nella realizzazione di un progetto o una proposta di miglioramento in ambito sanitario, possibilmente su realtà vicine allo studente.

PROGRAMMA GENERALE

Master: Infermiere di famiglia e di comunità -1° livello
  INSEGNAMENTI SSD CFU DOCENTI
 
G1 L’infermiere e le cure primarie MED/42 10 Vaiani Renata
I La sanità come sistema complesso SECS-P/08 3 Vaiani Renata
II Organizzazione sanitaria e LEA SECS-P/10 2 Vaiani Renata
III I percorsi diagnostico terapeutici assistenziale MED/45 2 Vaiani Renata
IV La rete dei servizi MED/42 2 Delpero Giovanni
V Il terzo settore MED/42 1 Delpero Giovanni
G2 L’infermiere: autonomia e responsabilità IUS/01 13 Gandola Silvia
I La normativa per l’istituzione dell’infermiere di famiglia IUS/09 1 Gandola Silvia
II Etica e deontologia MED/42 3 Vaiani Renata
III Responsabilità professionale IUS/01 2 Gandola Silvia
IV Privacy IUS/01 1 Gandola Silvia
V La gestione della documentazione sanitaria MED/42 1 Menegotto Grazia
VI Telemedicina, teleassistenza e tele nursing ING-INF/06 2 Vernocchi Simonetta
VII La gestione delle apparecchiature a domicilio ING-IND/33 3 Coletto Maria Vittoria
G3 L’infermiere e le fragilità MED/48 8 Vernocchi Simonetta
I Approccio alle dipendenze MED/48 1 Menegotto Grazia
II ADI e UO di cure palliative domiciliari MED/45 1 Vaiani Renata
III RSA e RSD MED/45 1 Nicoletti Antonello
IV Le comunità psichiatriche M-PSI/06 3 Delpero Giovanni
V Hospice MED/41 2 Vernocchi Simonetta
G4 L’infermiere  la prevenzione e l’informazione MED/42 12 Menegotto Grazia
I Igiene pubblica e prevenzione MED/42 6 Vaiani Renata
II le scale di valutazione infermieristica MED/45 2 Menegotto Grazia
III sorveglianza sanitaria nella scuola MED/45 1 Nicoletti Antonello
IV la prevenzione nel consultorio MED/42 1 Delpero Giovanni
V Case management MED/42 1 Menegotto Grazia
VI Risk management SECS-P/08 1 Vaiani Renata
G5 L’infermiere e la comunicazione SPS/08 9 Delpero Giovanni
I l’educazione alla salute SPS/08 1 Nicoletti Antonello
II la comunicazione multiprofessionale SPS/08 2 Covelli Venusia
III La comunicazione istituzionale SPS/08 1 Delpero Giovanni
IV La comunicazione con il paziente fragile e la sua famiglia SPS/08 3 Delpero Giovanni
V comunicazione nelle dinamiche di fine vita MED/42 1 Vaiani Renata
VI L’informazione ai diritti del paziente fragile (invalidità, presidi e ausili, protesica etc) SPS/08 1 Gandola Silvia
  tot crediti 52  
         
  a scelta:  
  tirocinio 4  
  lavoro di ricerca: rilevazione dei bisogni territoriali 4 Menegotto Grazia
         
  PROVA FINALE   4  
         
  totale 60  

COMPILA IL FORM PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI:

In relazione all'informativa (Privacy Policy, art. 13 e art. 14 GDPR 2016/679), che dichiaro di aver letto, ACCONSENTO al trattamento dei miei dati personali.
 Prosegui comunque