Concorso Docenti: da lunedì al via le domande on line

Nel 2017 furono oltre 250 mila, nel 2020 i pronostici parlano di oltre 220mila partecipanti al concorso docenti. Un esercito che lunedì 15 giugno 2020 alle 8.59 sarà già pronto per inserire la domanda o che sfrutterà fino in fondo il termine del 31 luglio per conseguire i titoli mancanti, siano 24 CFU o crediti, e provare a vincere una delle 33mila cattedre in palio?

In realtà anche i premi di consolazione, l’abilitazione per chi risulti idoneo con 42/60, hanno una loro importanza in vista della ripresa delle attività scolastiche, dell’apertura della graduatoria per la terza fascia e finanche per la Mad ma in ogni caso la domanda on line, la sua compilazione, l’invio e il messaggio di avvenuta ricezione da parte del programma saranno il vostro primo vero banco di prova. Anche se il precedente non è tra i più tranquillizzanti – tutti ricordiamo cosa è successo di recente al sito dell’INPS in occasione delle domande per l’indennità COVID 19 – l’appuntamento è sull’applicazione Piattaforma Concorsi e Procedure selettive del Ministero. “A tale piattaforma – si legge nel sito del Miur, riferimento ufficiale per ogni informazione – si accede con le credenziali SPID o, in alternativa, con un’utenza valida per l’accesso all’area riservata del Ministero e abilitata a Istanze OnLine”.

In un certo senso oltre ai requisiti per il concorso, dovremmo verificare anche se si hanno i requisiti per compilare la domanda. Non fatevi spaventare da sigle come SPID: presso l’Urp, l’Ufficio Informazioni per il Pubblico dei comuni, il DIGIPASS dove attivato, l’Ufficio Scolastico Regionale è possibile avere indicazioni su come muoversi.

La domanda sarà disponibile per la compilazione sulla Piattaforma Concorsi e Procedure selettive, a partire dalle 09.00 del 15 giugno 2020, fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020. E sarà l’unico modo per presentarla. Noi della scuola proverà a farlo insieme a voi. Seguite il sito e la pagina FB.

 

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...