LA DIGITALIZZAZIONE DELLA DIDATTICA AL CENTRO DEL PIANO NAZIONALE DI RIFORMA

La digitalizzazione della didattica al centro del Piano nazionale di riforma 

E’ la didattica a distanza la risorsa su cui è incentrato il programma degli interventi per la scuola del Piano nazionale di riforma (Pnr), oggi al centro del tavolo del Consiglio dei ministri. 

Il Pnr è il documento programmatico che dovrà essere inviato a Bruxelles con l’illustrazione della strategia seguita per la realizzazione del Documento di economia e finanza.  

Per la scuola si è trattato di mettere a punto l’insieme degli interventi finalizzati a garantire la formazione assicurando il rispetto delle disposizioni sanitarie. Accanto al capitolo relativo all’edilizia scolastica, l’altro grande settore di intervento è costituito dalle opere finalizzate al potenziamento della didattica a distanza, anche con l’obiettivo di essere in grado di fronteggiare un’eventuale nuova emergenza sanitaria legata al coronavirus. A questo fine uno dei capitoli del piano è costituito dalla “teledidattica”, per la quale è prevista l’estensione a tutti gli istituti della fibra ottica. Nello specifico il Pnr prevede il collegamento gratuito per cinque anni, attraverso la fibra ottica a 1 Gbps. Per il raggiungimento di tale obiettivo sono stati stanziati 400 milioni, mentre complessivamente i fondi destinati alla scuola raggiungono i tre miliardi. 

L’innovazione didattica è la dimensione fondamentale per il rilancio del sistema di istruzione e il punto di partenza per porre gli studenti al centro della loro esperienza scolastica. – si legge nel testo – Quest’ultima deve però passare per una digitalizzazione intelligente”. E’ evidente come la didattica a distanza non sia più considerata uno risorsa emergenziale, ma lo strumento per garantire una scuola al passo con i tempi

©Alberto Barelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...