GPS: NUOVI PUNTEGGI. CHI CI GUADAGNA E CHI NO

 

• Graduatorie provinciali: nuovi criteri per la valutazione dei titoli. Chi ci guadagna e chi ci perde.
Le novità sono molte, anche rispetto alla bozza, divulgata poco prima dell’ordinanza ministeriale. Tra i successi insperati della trattativa la rivalutazione dei master, che da 0,5 possono tornare a valere 1. Nella reformatio in peius, la prescrizione del 24 CFU anche per gli Itp, che tuttavia non sono obbligatori per il concorso, con un trattamento a due canali poco comprensibile, le valutazioni dei titoli culturali, che seppure scampati alla cancellazioni, saranno penalizzati dai punteggi retroattivi.
• Citatissimo nei commenti, specie di fonte sindacale, come stravagante il riconoscimento del servizio per concerti a patto che l’esibizione rientri tra quelle finanziate dal Fondo uno per lo spettacolo o se si è tenuta fuori dai confini nazionali. Altrettante perplessità sono sorte sulla finestra strettissima per presentare domanda, la cui apertura, ad oggi, non ha ancora una data.
• Tra le note positive la valorizzazione in termini di punteggio del servizio aspecifico, non previsto nella bozza, un premio importante (9 punti) per la specializzazione e la L2, che anche in futuro si candida ad essere un super titolo. I 6 punti a rischio del diploma magistrale escono indenni dalla trattativa, l’accesso per gli studenti del terzo anno di Scienze della Formazione con tirocinio già svolto, la dimensione provinciale che insieme all’informatizzazione del calcolo dei punteggi accelera il sistema ed esonera le segreterie delle scuola da questa incombenza.
Inoltre entrano nelle valutazioni anche i contratti atipici, non da lavoro dipendente, per l’intero periodo del servizio, se stipulati nelle scuole paritarie o nei centri di formazione professionale, purchè non sia anteriore al 2000. Valutabili anche il servizio di leva ed il servizio civile.

Al link tratto dal sito della CGIL ordinanza e allegati.
http://www.flcgil.it/…/ordinanza-ministeriale-60-del-10-lug…

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...