Dai libri ai compiti in classe il caos delle regole a scuola

Fonte: Il Messaggero, 28 settembre 2020

Il Covid ha cambiato le regole all’interno della scuola. Ogni istituto cerca di combattere il virus con regole proprie. Ad esempio, c’è chi impone la mascherina sempre, chi la fa togliere se al banco c’è il distanziamento. La giacca con cui si arriva a scuola, inoltre, non può più essere lasciata appesa all’appendiabito, perché verrebbe a contatto con gli altri giacchetti. Perciò molti insegnanti, soprattutto nelle scuole primarie e negli asili, chiedono ai genitori di riportarle a casa. Un disagio se ci accompagna mamma e ci torna a riprendere papà: ne servono due. Ci sono anche scuole, però, che permettono di tenere la giacca sullo schienale della sedia, chi invece, in una busta. Ovviamente non si può lasciare niente sotto il banco: tutto il materiale didattico deve stare nello zaino. Alcune scuole hanno pensato all’uso di uno scaffale dove lasciare il materiale all’interno di buste personalizzate. C’è poi il problema della correzione dei compiti: il quaderno non può essere toccato dal docente che, secondo le regole, non può neanche toccare i fogli dei compiti in classe. Allora c’è chi rischia: si igienizza le mani prima di toccare i fogli e chi chiede agli alunni di lasciare il foglio in un contenitore unico che verrà messo in quarantena per 24-48 ore. Altro dibattito a ricreazione: si mangia senza mascherina quindi il metro di distanza è d’obbligo. Altrimenti si resta seduti al banco o si va in giardino. E poi c’è la palestra: non si possono usare gli spogliatoi, quindi le scarpe spesso si cambiano in corridoio.

Lorena Loiacono

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...