Anief: potrebbe essere di 450 euro mensili l’aumento stipendio dei docent

Fonte: Orizzonte Scuola – 5 ottobre 2020

Potrebbe essere di 450 euro mensili l’aumento dello stipendio dei docenti: una indennità di 10 euro al giorno di rischio biologico e lavoro gravoso, simile a quella assegnata a medici e infermieri, da destinarsi a insegnanti e personale Ata. E’ quanto chiede Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief (Associazione Nazionale di Insegnanti e Formatori). “Il personale va tutelato con il riconoscimento del rischio biologico, indennità specifiche, nuove regole per mobilità e pensionamenti, chiare disposizioni per lavoratori agile. – dice Pacifico. I contagi crescono e aumentano i focolai che scoppiano all’interno della scuola: una situazione che “mette a maggiore rischio la salute. Ad iniziare dagli over 60 e dai lavoratori potenzialmente fragili”. Così l’Anief tornata a chiedere la possibilità di lavorare da casa e pensionamenti anticipati. La situazione secondo Anief peggiorerà “quando arriveranno i test rapidi e si scopriranno tanti casi di asintomatici”. Per questo chiedono “una indennità di 10 euro al giorno” per insegnanti e Ata. Pochi giorni fa, il sindacato ha scritto al ministro Azzolina per chiedere un incontro politico e parlare di precariato, licenziamenti dei diplomati magistrale, della considerazione del diploma tecnico pratico per accedere all’insegnamento. Ma anche aprire il tavolo sul lavoro agile, sul rinnovo contrattuale e sui trasferimenti. Se fosse riconosciuta l’indennità di rischio di 10 euro giornalieri chiesti da Anief, sarebbero 300 euro gli aumenti mensili cui aggiungere 100 euro già stanziati nella scorsa legge di bilancio e altri 50 euro che potrebbero essere aggiunti nella prossima nota di aggiornamento del DEF: un totale di 450 euro di aumenti mensili.

Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...