Mascherina a scuola, si può abbassare in classe se c’è il metro buccale: lo conferma il Ministero

Fonte: Tecnica della Scuola – 9 ottobre 2020

Dopo le parole della Ministra Azzolina, arriva anche la nota specifica del Ministero dell’Istruzione: le nuove disposizioni del Governo sull’uso della mascherina obbligatoria all’aperto non incidono sulle regole previste per la scuola.

Una nota del Ministero dell’Istruzione fa finalmente chiarezza sull’uso delle mascherine: le nuove norme emanate dal Governo in merito all’obbligatorietà della mascherina all’aperto non incidono sulle regole già previste per le scuole. Soprattutto è confermato che se c’è il metro buccale in classe può essere tolta.

Restano pertanto in vigore le norme del “Protocollo di sicurezza 0-6”, del “Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico” e del decreto ministeriale n. 39 del giugno 2020, “Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021”, da leggersi alla luce del verbale del CTS n. 104 del 31 agosto 2020, riporta la nota.

Nella scuola primaria la mascherina può essere tolta dai bambini seduti al banco se è garantita la distanza di almeno un metro tra bocca e bocca).

Nella scuola secondaria vale la stessa regola anche in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale.

Viene così fatta chiarezza su un aspetto che fin dal momento della pubblicazione del provvedimento in piattaforma aveva suscitato dubbi sia tra i professori che tra i genitori.

Fabrizio De Angelis

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...