Concorso straordinario, Azzolina conferma: “Niente prove suppletive”

Fonte: Tecnica della Scuola – 26 ottobre 2020

La Ministra Azzolina ribadisce ospite della trasmissione Che Tempo che Fa, a proposito delle prove suppletive del concorso straordinario, che non sono previste perché si sta seguendo un recente parere della Funzione Pubblica. In primis, a proposito dei concorsi: “Si sarebbero dovuti fare in estate ma ci sono state altre scelte e adesso si va avanti. Altri concorsi pubblici si stanno svolgendo”. Tuttavia, come abbiamo spiegato in precedenza, in procedure analoghe, vedi il concorso a cattedre del 2016 o quello di cui al DDG 85/2018, la magistratura amministrativa ha infatti disposto lo svolgimento di prove suppletive della prova scritta, che presentava modalità di svolgimento analoghe a quella di cui al concorso straordinario prossimo a partire. Restano quindi i problemi di moltissimi precari. Problemi affrontati anche nel corso della diretta di Tecnica della Scuola Live del 22 ottobre, dove si sono affrontati i temi sollevati da tantissimi lettori: “Io ho sono positiva al covid. Non posso partecipare”; “Io non voglio mettere a rischio la mia salute e quella della mia famiglia: mi devo spostare dalla Sicilia alla Lombardia per fare il concorso. Cosa faccio?” Il punto è che questi candidati vorrebbero partecipare al concorso ma in un altro momento o al massimo svolgendo una prova suppletiva, ma al momento tutto ciò non è previsto.

Abstract di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...