Tablet e PC in comodato d’uso, bozza di regolamento per le scuole

Fonte: Orizzonte scuola,  9 Novembre 2020

In questi giorni, quando si fa tragico il precipitare verso la chiusura delle scuole italiane, le scuole tornano a confrontarsi con la necessità di affidare ai propri studenti, secondo criteri prestabiliti e con condizioni chiare e ben definite, i propri PC e i Tablet, implementati, durante l’estate, da quelli acquistati con i molteplici finanziamenti (anche regionali e comunali) e PON. C’è, però, e si fa pressante, la necessità di rivedere, in alcuni casi, realizzare un “Regolamento che disciplina la concessione in comodato d’uso gratuito agli alunni dei personal computer/NB/ tablet di proprietà della scuola” durante il periodo di sospensione delle lezioni dovuto all’emergenza sanitaria in atto ed alla necessità di attivare formule di didattica integrata digitale in forma assoluta o parziale, come previsto da apposite linee Guida Nazionali (M.I. decreto n. 39 del 26/06/20), adattate alla realtà scolastica. Il tablet o il pc o il NB viene fornito, solo ed esclusivamente solo, su richiesta e secondo i criteri di assegnazione previsti dall’istituto scolastico, esclusivamente per finalità didattiche; pertanto, il suo utilizzo deve essere coerente con le richieste fatte dai docenti e in genere dalla scuola. Ogni tablet-pc-NB deve necessariamente essere riconducibile all’alunno al quale è stato assegnato tramite il contratto sottoscritto dal genitore, o dall’alunno se maggiorenne, con indicazione del relativo numero d’inventario. Discendi da qui, pertanto, il divieto di trasferire a terzi o mettere a disposizione di terzi il bene oggetto del contratto (divieto di subcomodato); in ogni caso i Comodatari e gli alunni saranno ritenuti responsabili di eventuali danneggiamenti dello stesso.

Redazione

Articoli recenti

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

L'insegnante affiancherà le classi in cui il 20% degli studenti ha importanti carenze nella nostra lingua  Un docente di supporto, "adeguatamente formato", nelle classi dove gli studenti di origini straniere con importanti carenze nella lingua siano uguali o superiori...

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...