Scontro sulle scuole chiuse nel governo: Franceschini e Speranza per il sì, Azzolina e Conte per il no

Fonte: Orizzonte Scuola – 10 Novembre 2020

La situazione sul fronte dei contagi è sempre più critica. Nel mirino c’è sempre la scuola con il caos determinato dalle varie ordinanze delle Regioni e dei tribunali amministrativi. All’orizzonte, purtroppo, c’è una chiusura generalizza dell’Italia con l’ala rigorista del governo, così come segnala La Repubblica, pronta a invocare la misura più severa anche per le scuole: stop alla didattica in presenza, via alla didattica digitale. I rappresentanti del rigore, all’interno del governo, sono Dario Franceschini e Roberto Speranza, mentre il fronte di coloro che vogliono la didattica in presenza è rappresentato dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina e dal premier Giuseppe Conte, forti del fatto che in nessuna parte d’Europa l’attività scolastica si è fermata. Il braccio di ferro continua e anche le misure messe in campo dal Ministero (come la mascherina obbligatoria in tutte le situazioni dai 6 anni in su), potrebbero non bastare e già c’è chi afferma: “Se le attuali misure restrittive non raffredderanno la curva dei contagi entro 15 giorni, non si potrà chiudere le scuole”. Una misura che Conte e Azzolina vogliono evitare a tutti i costi.

Redazione

Articoli recenti

INSEGNANTI DI SOSTEGNO: E’ EMERGENZA

INSEGNANTI DI SOSTEGNO: E’ EMERGENZA

E’ sempre più emergenza per la carenza di insegnanti di sostegno. Al numero dei posti già scoperti si aggiungono ora quelli lasciati vuoti dai vincitori del concorso, che entro Natale dovranno raggiungere le nuove sedi assegnate. Alla luce di questa nuova tegola che...

I disturbi dello spettro autistico, come si può intervenire a scuola.

I disturbi dello spettro autistico, come si può intervenire a scuola.

APPROFONDISCI LE TUE COMPETENZE CON IL MASTER SU L'AUTISMO L’autismo è un disturbo del neurosviluppo la cui origine è data dalla coesistenza di una predisposizione genetica e di fattori di rischio ambientali. Tale binomio provoca un’alterazione a livello sia cognitivo...

NATALE SENZA INSEGNANTI PER GLI STUDENTI DEIVINCITORI DEL CONCORSO

NATALE SENZA INSEGNANTI PER GLI STUDENTI DEI
VINCITORI DEL CONCORSO

Natale amaro per 1400 insegnanti vincitori del recente concorso: dovranno infatti trasferirsi subito per ricoprire il nuovo incarico.La conseguenza è che saranno ben 80000 gli studenti che resteranno senza insegnante. Considerati i tempi per coprire le cattedre vuote,...