Nuovo Governo, per il Ministero dell’Istruzione Azzolina non si arrende. Ma spunta anche un nome nuovo

Fonte: Orizzontescuola.it  – 9 febbraio 2021

Lucia Azzolina non molla. La Ministra dell’Istruzione uscente sarebbe ancora in corsa per una conferma a Viale Trastevere. Certo, le possibilità restano basse, ma il quadro politico che si sta delineando nelle ultime ore, specie all’interno del Movimento Cinque Stelle, non lascia indietro alcuna ipotesi. Con Bianchi il favorito per la poltrona di Viale Trastevere, spunta anche il nome di Cristina Messa. Azzolina, insieme alle colleghe Fabiana Dadone e Paola Pisano, cercano riconferma, secondo La Repubblica. Una riconferma che non può certo apparire facile, anche per via della scelta “tecnici o politici” nei Ministeri che Draghi svelerà nelle prossime ore. Allo stato attuale resta in pole position Patrizio Bianchi: il docente di economia e politica industriale, assessore all’istruzione in Emilia Romagna per due mandati, nel 2020 ha fatto parte della task force ministeriale, formata proprio dalla ministra dell’istruzione Lucia Azzolina per la gestione della ripartenza delle lezioni durante la pandemia di Covid-19. La sua figura viene accostata sin dai primi giorni di incarico a Draghi a Viale Trastevere. Ma non è il solo: Antonella Polimeni, attuale rettrice dell’Università La Sapienza di Roma, la prima donna nella storia dell’ateneo a ricoprire questo ruolo, è in lizza per diventare titolare del dicastero dell’Istruzione. Nelle ultime ore, se l’ipotesi Malaschini sembra tramontare, spunta un nome nuovo: Cristina Messa, già rettrice dell’Università Bicocca di Milano.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...