Lo sprint per la scuola. Ripartono da oggi le iniezioni ai prof

Fonte: la Repubblica – 6 maggio 2021

Si riparte già oggi con le vaccinazioni. Messi in sicurezza i più a rischio, si ricomincia a vaccinare per categorie da dove si era interrotto un mese fa quando il commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo ha stabilito che l’unica priorità era proteggere i più anziani e fragili. Come promesso ad aprile (al momento dello stop), insegnanti, professori universitari, personale scolastico dovranno essere immunizzati subito: in 390.000 erano rimasti al palo. “Visto che la campagna vaccinale per le categorie prioritarie sta andando bene, d’accordo con il ministro della Salute – spiegano dall’ufficio di Figliuolo – riteniamo necessario riprendere parallelamente con le somministrazioni al personale scolastico e universitario, docente e non docente”.

A settembre, il nuovo anno scolastico partirà in presenza per tutti. Con docenti e personale immunizzati al 100 per cento o e – si spera – anche con una parte degli alunni (quelli delle superiori) almeno con la prima dose con la prospettiva di avere presto il via libera dall’Ema anche per i più piccoli, dai 16 anni in giù.

L’annuncio del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi al Question time alla Camera ufficializza la ripresa della campagna vaccinale per docenti e personale scolastico. Alcune regioni, come l’Emilia Romagna hanno già dato mandato ai me ricevere dici di famiglia di riprendere in mano le vaccinazioni di questa categoria. Nelle altre gli Uffici scolastici regionali dovranno concordare con le Asl dei vari territori la ripresa della campagna con i vaccini previsti per le diverse classi d’età: considerato che i 390.000 bloccati sono in gran parte under 60, dovrebbero preferibilmente Pfizer o Moderna anche se già nei prossimi giorni l’Aifa potrebbe rivedere le raccomandazioni su AstraZeneca e Johnson e Johnson abbassando il limite d’età entro il quale somministrare i due farmaci adesso consigliati solo alla fascia d’età tra i 60 e i 79 anni. (…)

Abstract articolo di Alessandra Ziniti

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...