Allarme di Di Bella per l’abbandono scolastico

Fonte: Corriere della Sera  – 7 maggio 2021

«Diciottomila ragazzini tra i 10 e 16 anni che non vengono mandati a scuola solo a Catania, 80 mila in tutta la Sicilia»: si chiama dispersione scolastica, spiega il giudice Roberto Di Bella, che dopo 25 anni come presidente del tribunale dei minorenni di Reggio Calabria ora si è spostato a Catania, e ha iniziato un’altra battaglia, dopo quella per allontanare i figli degli ndranghetisti dal territorio: quella nelle scuole.

«I dati sulle assenze da scuola che mi sono stati forniti, e di cui mi riservo di verificare la fonte, sono inaccettabili per un Paese civile – spiega Di Bella – Quando un bambino non va a scuola, bisogna intervenire, con misure graduali: prima prescrizioni, poi eventualmente inserimento in comunità e decadenza della responsabilità genitoriale, e segnalazione all’Inps per la revoca di tutte le indennità economiche connesse alle attività scolastiche. Interverrei anche togliendo il reddito di cittadinanza a chi non fa andare i figli a scuola. Invece spesso le segnalazioni non arrivano». (…) Di Bella spiega che non è un fenomeno nuovo ma sta emergendo negli ultimi anni con grande forza. «I dirigenti devono fare un passo in più, sottolinea ancora – il tempo pieno deve diventare una realtà anche al Sud, così che i ragazzi possano trascorrere più ore lontani dal contesto malato, e gli insegnanti dovrebbero fare corsi di formazione per affrontare le situazioni di disagio. Nelle zone di frontiera ci vogliono insegnanti preparati. La scuola ha un ruolo fondamentale per ribaltare i destini del proprio paese: aiutare i ragazzi ad emanciparsi significa dare una mano alla crescita e al progresso del Paese, che soprattutto al Sud è zavorrato dalla criminalità organizzata».

Abstract articolo di Valentina Santarpia

Articoli recenti

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

L'insegnante affiancherà le classi in cui il 20% degli studenti ha importanti carenze nella nostra lingua  Un docente di supporto, "adeguatamente formato", nelle classi dove gli studenti di origini straniere con importanti carenze nella lingua siano uguali o superiori...

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...