Defibrillatori in tutte le scuole e insegnamento del primo soccorso, forse ci siamo

Fonte: orizzontescuola.it – 28 maggio 2021

Abstract articolo di Alessandro Giuliani

Un passo in avanti per evitare anche nelle scuole la morte improvvisa delle persone per problemi cardiaci, ad iniziare dall’infarto. Ogni anno se ne vanno per questo motivo 60 mila persone. E oltre l’80% di questi decessi avviene lontano da strutture sanitarie. Servono, quindi, i defibrillatori, strumenti preziosissimi in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Se ne parla in Parlamento con una certa insistenza da almeno due anni. Ora finalmente c’è un disegno di legge approvato il 27 maggio al Senato, che prevede la diffusione dei defibrillatori negli uffici pubblici, nelle scuole, nelle stazioni, negli aeroporti.

Quella proposta di legge – rimasta ferma per la mancanza di fondi e per il rallentamento dovuto al Covid – ora passerà alla Camera per il sì definitivo. Una vera e propria battaglia di civiltà che equipara l’Italia ad altri paesi dove i defibrillatori sono già diffusi nei posti pubblici, pronti a portare soccorso. Poche settimane fa, per sensibilizzare sul tema, era intervenuto in un video-messaggio anche Sammy Basso, affetto da progeria, che ha promosso una petizione su Change.org. (…)

Tra gli operatori da formare, c’è anche il personale scolastico, a partire dai docenti: il progetto prevede anche l’insegnamento a scuola del primo soccorso.

Articoli recenti

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...