Sindacato Dirigenti Scuola: sit-in sotto al Ministero per rinnovo contratto, no Dad e vaccinazioni

Questa settimana sit-in dei dirigenti scolastici sotto il ministero della Pubblica Istruzione a Roma per chiedere e ottenere un incontro con il ministro Bianchi sulla ripartenza a settembre:

“basta Dad o sarà disubbidienza civile”,

il motto. Ad annunciare l’iniziativa è lo stesso presidente nazionale del sindacato Dirigenti Scuola, Attilio Fratta.
I dirigenti scolastici arriveranno da tutta Italia. Si chiede la risoluzione immediata della questione mobilità, l’affidamento dei nuovi incarichi e il rinnovo del contratto dei dirigenti, scaduto a fine 2018.

Come spiega Fratta

“da oltre due anni, dunque, aspettiamo l’allineamento retributivo e il mantenimento degli altri impegni già assunti dal governo. Abbiamo tentato in tutti i modi di evitare lo scontro, ritenendo che fosse anche interesse dell’amministrazione”.


Anche sui vaccini le idee sono chiare: Fratta vuole proporre l’obbligatorietà “per quegli insegnanti che non si sono ancora immunizzati, come per i medici. Se una persona costituisce un pericolo sociale deve essere allontanata. Stesso discorso vale per gli studenti: i vaccini salvano le vite, di tutti. Quindi bene all’immunizzazione per la fascia che va dai 12 ai 16 anni”.

“Se il Ministero non attiverà urgentemente il promesso tavolo della Dirigenza e non onorerà gli impegni presi” – spiega – è pronto a “far scattare, con il nuovo anno scolastico, un sit-in con sciopero della fame e della sete a oltranza fino ad arrivare alla proclamazione della disobbedienza civile”.


Intanto sulla vaccinazione degli insegnanti ci sono regioni di “eccellenza” e regioni ancora sotto all’80% rispetto alla prima dose, ma la media nazionale, è pari all’85%.

La Regione Lazio ha programmato un programma innovativo rispetto alla vaccinazione della fascia 12-16 anni: sarà possibile prenotare a breve, vaccinazione Pfizer e le prime somministrazioni potranno già essere fatte nella settimana tra il 18 e il 23 luglio presso gli hub, puntando ad arrivare al completamento prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Ilaria Montenegri

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...