Sindacato Dirigenti Scuola: sit-in sotto al Ministero per rinnovo contratto, no Dad e vaccinazioni

Questa settimana sit-in dei dirigenti scolastici sotto il ministero della Pubblica Istruzione a Roma per chiedere e ottenere un incontro con il ministro Bianchi sulla ripartenza a settembre:

“basta Dad o sarà disubbidienza civile”,

il motto. Ad annunciare l’iniziativa è lo stesso presidente nazionale del sindacato Dirigenti Scuola, Attilio Fratta.
I dirigenti scolastici arriveranno da tutta Italia. Si chiede la risoluzione immediata della questione mobilità, l’affidamento dei nuovi incarichi e il rinnovo del contratto dei dirigenti, scaduto a fine 2018.

Come spiega Fratta

“da oltre due anni, dunque, aspettiamo l’allineamento retributivo e il mantenimento degli altri impegni già assunti dal governo. Abbiamo tentato in tutti i modi di evitare lo scontro, ritenendo che fosse anche interesse dell’amministrazione”.


Anche sui vaccini le idee sono chiare: Fratta vuole proporre l’obbligatorietà “per quegli insegnanti che non si sono ancora immunizzati, come per i medici. Se una persona costituisce un pericolo sociale deve essere allontanata. Stesso discorso vale per gli studenti: i vaccini salvano le vite, di tutti. Quindi bene all’immunizzazione per la fascia che va dai 12 ai 16 anni”.

“Se il Ministero non attiverà urgentemente il promesso tavolo della Dirigenza e non onorerà gli impegni presi” – spiega – è pronto a “far scattare, con il nuovo anno scolastico, un sit-in con sciopero della fame e della sete a oltranza fino ad arrivare alla proclamazione della disobbedienza civile”.


Intanto sulla vaccinazione degli insegnanti ci sono regioni di “eccellenza” e regioni ancora sotto all’80% rispetto alla prima dose, ma la media nazionale, è pari all’85%.

La Regione Lazio ha programmato un programma innovativo rispetto alla vaccinazione della fascia 12-16 anni: sarà possibile prenotare a breve, vaccinazione Pfizer e le prime somministrazioni potranno già essere fatte nella settimana tra il 18 e il 23 luglio presso gli hub, puntando ad arrivare al completamento prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Ilaria Montenegri

Articoli recenti

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

L'insegnante affiancherà le classi in cui il 20% degli studenti ha importanti carenze nella nostra lingua  Un docente di supporto, "adeguatamente formato", nelle classi dove gli studenti di origini straniere con importanti carenze nella lingua siano uguali o superiori...

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...