POSITIVI AL COVID A SCUOLA: SOLUZIONI FAI DA TE

Gestione delle quarantene nel caos. L’anno scolastico è appena iniziato e già siamo di fronte alla babele di disposizioni in merito ai casi di studenti o insegnanti positivi. Di una normativa univoca nemmeno l’ombra, nonostante che il problema sia tutt’altro che una novità e invece arcinoto. Il massimo che il Governo ci offre è un’ipotesi ancora in via di approvazione. E così affrontare la questione, come denuncia il presidente dell’associazione dei presidi di Roma Mario Rusconi, inizia a diventare complicato.

REGIONI IN ORDINE SPARSO

Per rendersi conto della situazione basta leggere le cronache locali. Da regione a regione le disposizioni sono le più diverse, andando dalla messa in quarantena di tutta la classe all’isolamento del solo studente risultato positivo. Per ora tutto sommato per fortuna i casi di positività sono limitati. Ciò non toglie che contare su qualche certezza in più permetterebbe a tutti di lavorare meglio.

“E’ evidente – spiega Rusconi a orizzontescuola.it – che le diverse autorità che stanno dando indicazioni su come gestire questa fase devono raccordarsi fra di loro e fornire istruzioni compatibili e concretamente praticabili”.

Ma lo stesso vale per le norma di comportamento, per esempio relativamente all’uso delle mascherine. Come viene sottolineato, se un dirigente prova a chiedere lumi alla Asl o a qualche altro ente il rischio è che ci si ritrovi con un quadro ancora più confuso.

TUTTE LE SPERANZA NEL CTS

Tutti gli occhi sono ora puntati sul Comitato tecnico scientifico, che nei prossimi giorni dovrebbe partorire le ultime indicazioni. Chissà che non sia la volta buona. Un fatto è sicuro: se la scuola non andrà in tilt sarà grazie al numero contenuto dei contagi. Se invece dovesse dipendere dalla prontezza di chi governa nel fare avere linee chiare, staremmo freschi. L’emergenza Covid-19 purtroppo non è certo una novità, eppure ci si continua a interrogare anche sulla questione delle privacy legata ai casi di comunicazioni o registrazione dei positivi. Ancora una volta poveri dirigenti scolastici.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

L'insegnante affiancherà le classi in cui il 20% degli studenti ha importanti carenze nella nostra lingua  Un docente di supporto, "adeguatamente formato", nelle classi dove gli studenti di origini straniere con importanti carenze nella lingua siano uguali o superiori...

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...