IL CSPI: FAVORIRE LA FORMAZIONE PER LA DIDATTICA INNOVATIVA

Meno didattica tradizionale con docente in cattedra e più lezioni innovative con studenti parte attiva.

Questa l’esortazione del Consiglio superiore della pubblica istruzione (Cspi), che ha emesso direttive precise ai dirigenti delle scuole per la promozione di percorsi di formazione specifici per i docenti.

RINNOVARE LA DIDATTICA

Torna così alla ribalta la questione del rinnovamento della didattica e soprattutto dell’aggiornamento degli insegnanti, chiamati a offrire ai ragazzi strumenti in grado di garantire il loro coinvolgimento e a potenziarne l’interesse.

Anche recentemente abbiamo avuto l’occasione di ribadire l’importanza della formazione continua degli insegnanti. Stare al passo con i tempi, anche per le conseguenze della pandemia, è divenuto ormai un fattore di vitale importanza.

IL RUOLO DEI DIRIGENTE TECNICO
La novità della presa di posizione del Cspi è il riconoscimento del ruolo fondamentale del dirigente tecnico.

A questa figura spetta la promozione di percorsi formativi relativi all’introduzione di metodologie di insegnamento collaborativo ed esperienziale. L’obiettivo è di superare la didattica trasmissiva, a favore di quella esperienziale.

Tale spinta va ovviamente inquadrata nell’ambito delle iniziative messe in campo in vista della riapertura delle graduatorie. L’esigenza più generale è di dare uno scossone al sistema scolastico, chiamato a fare un salto di qualità. A porre la questione all’ordine del giorno è il fermento degli studenti.

La mobilitazione, che ha portato a decine di occupazioni, è sorta attorno all’esame di maturità e sul tema dell’alternanza scuola lavoro ma è ormai chiaro che alla base della volontà di farsi sentire vi è un malessere generale, di cui si deve tenere conto.

Questa è una settimana cruciale e non sarebbe male se studenti e insegnanti toccassero con mano la volontà di offrire loro maggiori strumenti e opportunità di apprendimento e di crescita.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...