LE ASSOCIAZIONI PROFESSIONALI: PER INSEGNAREINDISPENSABILE ALTA FORMAZIONE IN CAMPOPSICOPEDAGOGICO

Per insegnare occorre ottenere competenze in campo psico-pedagogico e didattico.

Inoltre occorrono capacità organizzative, gestionali e capacità di “assumere responsabilità istituzionali, collettive, civili”.

Questo è quanto ribadiscono le associazioni professionali:

  • AIMC
  • MCE,
  • CIDI,
  • Proteo,

che con un documento scendono in campo in merito al percorso di formazione per l’insegnamento in via di approvazione da parte del Governo.

L’introduzione di un progetto formativo più articolato è ritenuta una decisione necessaria.

Il progetto messo a punto dal ministro Bianchi però non convince e vengono formulate proposte precise per renderlo più efficace:

“Va previsto nel contratto – si legge nel documento – un numero di ore di formazione per tutti i gradi di scuola su percorsi scelti dal collegio dei docenti sulla base dei bisogni individuati, come responsabilità intrinseca della professionalità del docente, valorizzata attraverso più qualificate condizioni salariali e di organizzazione del lavoro”.

Rispetto alla Scuola di Alta Formazione, la proposta è che essa rappresenti:

“il punto di arrivo delle esperienze formative coerenti con le linee guida stabilite, ma riconoscendo ogni singola istituzione scolastica come centro di ricerca e di sperimentazione, responsabile della formazione del proprio personale”.

Per le associazioni professionali:

“tra i prerequisiti dichiarati dalle Università per poter rilasciare CFU, occorre prevedere l’adozione nelle aule universitarie di un approccio didattico socio-costruttivo che attivi curiosità, stimoli la domanda e la riflessione critica, per sviluppare nel futuro insegnante un’abitudine problematizzante e riflessiva”.

Caratteristiche che, grazie alla competenza e all’esperienza accumulate nel corso degli anni, l’università telematica eCampus rispecchia in pieno. Questo attraverso la possibilità di unire ad esse l’impiego di una modalità di studio e di acquisizione di competenze innovativo.

L’altro punto di forza dei percorsi proposti da eCampus è:

l’impiego delle nuove tecnologie, la cui conoscenza è l’altro grande ambito sui quali è indispensabile che gli insegnanti siano adeguatamente preparati.

Non è un caso che a eCampus si è rivolta la maggior parte degli aspiranti docenti per conseguire certificazione e tutoli da inserire nella domanda per le Gps. Compresa la certificazione relativa ai 24 cfu.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...