Concorso straordinario bis, svolgi con noi il percorso dei 5 cfu

14 mila cattedre nella scuola secondaria

Questo concorso fa riferimento ai docenti abilitati e non abilitati che potranno raggiungere l’immissione in ruolo nell’anno scolastico 2022/2023.

Non vengono inclusi in questa graduatoria gli iscritti alle GPS di prima fascia e i posti di sostegno, essendo già oggetto della procedura straordinaria per le assunzioni docenti sostegno dalle GPS.

5 CFU 

Tutti i candidati in posizione utile nelle graduatorie della procedura concorsuale vengono assunti a tempo determinato per l’Anno scolastico 2022/2023, ma dovranno partecipare a un percorso formativo di 40 ore con prova finale propedeutica al conseguimento di 5 cfu.

Nello stesso periodo gli aspiranti svolgono l’anno di prova e formazione, secondo la nuova normativa prevista dalla riforma del reclutamento docenti indetta dal Governo.

Dopo la prova finale del corso di formazione e il periodo di formazione e prova, i docenti verranno assunti a tempo indeterminato e confermati in ruolo, con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2023, o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella stessa istituzione scolastica presso cui hanno prestato servizio con contratto a tempo determinato.

Sarà possibile conseguire il percorso formativo dei 5 cfu (per un totale di 40 ore) presso NOI DELLA SCUOLA polo Ecampus, sezione Mondo scuola.

Programma del corso:

MateriaSSDORECFU
Formazione sulle dimensioni culturale-disciplinareMPED/0381
Formazione sulle dimensioni metodologico-didatticaMPED/0381
Formazione sulle dimensioni formativo-professionaliMPED/0381
Formazione sulle dimensioni organizzative e istituzionale-socialeSPS/0781
Elaborazione di un bilancio delle competenze e di un conseguente progetto di sviluppo individualeMPED/0481
PROVA FINALE ORALE

Dott.ssa Gaia Lupattelli

Articoli recenti

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...