TUTOR SCOLASTICI: POCHE DOMANDE E MOLTE PROTESTE

Concorso straordinario 2023 classi di concorso

É passato ormai più di un mese e mezzo dall’annuncio del Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM). Eppure del bando del Concorso straordinario ter 2023 ancora nessuna traccia. 

E questo nonostante il Ministro Giuseppe Valditara abbia a più riprese ribadito che l’obiettivo principale della procedura concorsuale è quello di procedere all’immissione in ruolo di 35.000 nuovi docenti entro settembre.

Ovvero prima dell’inizio dell’anno scolastico 2023-2024. 

Tra l’altro – sebbene l’uscita del bando fosse prevista entro giugno – il MIM non ha ancora nemmeno convocato i sindacati per discutere dei dettagli relativi proprio al Concorso straordinario. 

A fronte delle scarne notizie ufficiali, sono di contro tantissimi i dubbi e le incertezze delle migliaia di docenti che guardano con trepidante attesa a questa grande opportunità.  

Struttura del concorso, scuole interessate, tipologie di posti e classi di concorso: ancora nessuna certezza al riguardo. Solo ipotesi più o meno attendibili. 

Concorso straordinario 2023 classi di concorso

L’unica vera certezza del Concorso straordinario ter è quella relativa ai requisiti di accesso. Ufficializzati, del resto, proprio in occasione del comunicato stampa del 6 aprile scorso con il quale il MIM ha annunciato l’intenzione di bandire la procedura.

Ovvero:

  • 3 anni di servizio (di cui uno specifico nella classe di concorso per la quale si concorre) negli ultimi 5 anni;
  • oppure il possesso dei 24 CFU.

Tutto qui.

Il resto è solo frutto di indiscrezioni che, in quanto tali, vanno prese con molta cautela.

Anche se provengono da fonti interne al dicastero di viale Trastevere. 

In particolare, sembrerebbe che il Concorso dovrebbe riguardare i soli posti comuni delle scuole di ogni ordine e grado (Infanzia, Primaria, Secondaria di I e II grado). 

Si profila, inoltre, anche il coinvolgimento di tutte le classi di concorso e non solo di una parte delle stesse. Ma prima di alimentare facili illusioni o aspettative, è bene attendere conferme ufficiali in tal senso. 

Possibile, infine, che la struttura del Concorso rispecchi quella semplificata del Concorso straordinario bis, con una sola prova orale.

Articoli recenti

Intelligenza artificiale a scuola, l’80% degli studenti la utilizza

Intelligenza artificiale a scuola, l’80% degli studenti la utilizza

Ricerca Noplagio.it. Il 60% degli alunni usa l’IA per completare i compiti, il 18% per rispondere a test, il 13% per comporre saggi e temi. Per gli studenti degli istituti secondari superiori, l’intelligenza artificiale è ormai una abituale compagna di studio. Tanto...