Master concorsuali. Come si può completare una classe di concorso?

In questi giorni è partita la corsa al completamento della classe di concorso.

I concorsi scuola sono imminenti, il TFA in primis, e tutti i candidati spingono per mettersi in regola il prima possibile.

Tra ritardatari dell’ultimo minuto e chi ha già iniziato da tempo il proprio percorso, questi sono gli ultimi giorni per acquisire i crediti mancanti.

Come avviene però tutto ciò?

MASTER – Il modo migliore, più proficuo sotto tutti i punti di vista, è il completamento della classe di concorso tramite un master da 60 cfu, convenienti non solo per la formazione globale su tutti gli argomenti dell’area in questione, ma anche perché ogni master nelle graduatorie ha un valore di 1 punto.

Inoltre, stando a quanto stabilito dal Ministero dell’Istruzione, qualora al completamento della classe di concorso mancassero più di 30 cfu, non sarà possibile recuperarli tramite corsi singoli, ma soltanto con dei master.

DETTAGLI – L’acquisizione di crediti ulteriori riguarda per lo più i laureati nelle materie umanistiche: giurisprudenza, psicologia, pedagogia, filosofia tra le più comuni.

Non hanno, invece, bisogno di particolari integrazioni i laureati in settori scientifici (economia, farmacia, scienze della nutrizione, scienze motorie) anche se, come ricordiamo sempre, ogni caso è diverso dall’altro per cui, ogni piano di studi deve comunque essere sottoposto a regolare valutazione.

Infatti, non c’è una formula univoca che ci dice quanti crediti devono colmare ad esempio i laureati in Giurisprudenza, ma il tutto varia da anno accademico ad anno accademico e da Università ad Università. Ricordiamo, inoltre, che il tempo minimo per il completamento di un master è di 6 mesi, dopo i quali si può sostenere la prova finale ed ottenere anche il punto in graduatoria.

L’arco temporale massimo, invece, è di 12 mesi, all’interno dei quali ogni 30 giorni sarà disponibile una sessione di esame.

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...