Assemblee degli studenti. Obbligo di vigilanza?

In alcune scuole i Dirigenti impongono ai docenti l’obbligo di vigilanza durante le assemblee studentesche e/o secondo il proprio orario di servizio. Facciamo chiarezza…

Il Testo Unico della scuola, il d lgs 297/94, art 13 c.8, sostiene: «All’assemblea di classe o di Istituto possono assistere, oltre al Preside o a un suo delegato, i docenti che lo desiderino». È evidente che gli insegnanti sono liberi di decidere di essere presenti all’Assemblea degli studenti e che questa, concessa dal Dirigente Scolastico ai rappresentanti degli studenti che ne abbiano fatto richiesta, interrompa la regolare attività didattica e lo svolgimento della programmazione.

La sentenza del Tribunale di Cagliari depositata il 25 Settembre 2007, afferma che il docente in servizio abbia l’obbligo di rilevare assenze e presenze in prima ora qualora l’Assemblea degli studenti sia coincidente con l’orario iniziale delle lezioni. Il Giudice ha ritenuto corretto il comportamento dell’insegnante che non si presenti a servizio se il proprio orario sia successivo all’Assemblea degli studenti.

Qualora non fossero state deliberate attività specifiche nel programma annuale da svolgersi durante le assemblee, il docente può ritenersi libero di assistere all’assemblea o di essere esonerato da obblighi di servizio, essendo interrotta l’attività didattica e non avendo obbligo di sorveglianza.

Diverso il caso in cui il Dirigente scolastico imponga obbligo di vigilanza durante le assemblee. In questo caso l’insegnante terminerà il proprio orario di servizio in concomitanza con l’assemblea.

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...