Concorso straordinario: martedì (forse) le date della prova nella Gazzetta Ufficiale

Un esercito di docenti precari attende con ansia da mesi e mesi la pubblicazione delle date per le prove del concorso straordinario per il ruolo. L’attesa potrebbe essere agli sgoccioli: sembra quasi certo, infatti, che i primissimi giorni della prossima settimana, le voci garantiscono martedì 29 settembre, la data (o le date poiché potrebbe trattarsi di più prove) verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Il Ministro Azzolina, in effetti, aveva annunciato l’ufficializzazione delle date per fine settembre o inizio ottobre massimo. Un’attesa snervante per I docenti precari con almeno tre anni di anzianità che sognano il ruolo, dunque una cattedra fissa. Un sogno che si realizzerà solamente per 32mila di loro. Le domande di partecipazione, però, sono oltre il doppio: 64,563 per la precisione. Chi sono questi aspiranti docenti che attendono il concorso straordinario? La maggior parte degli iscritti sono donne. Per lo più hanno tra I 31 e 40 anni, ma c’è un buon 13,8 per cento di loro che ha già oltrepassato I 50 anni, mentre solo il 7 per cento deve spegnere le 30 candeline. Per lo più arrivano dalla Lombardia, seguiti dai colleghi campani e siciliani. Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna sono le regioni che hanno ricevuto più domande di partecipazione. L’elenco delle sedi d’esame, con la loro esatta ubicazione, con l’indicazione della destinazione dei candidati, e’ comunicato dagli USR responsabili della procedura almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove tramite avviso pubblicato nei rispettivi Albi e siti internet. La mancata presentazione nel giorno, luogo e ora stabiliti, comporta l’esclusione dalla procedura. Ancora da chiarire, ma sicuramente sarà ben spiegato nella Gazzetta Ufficiale, le linee guida per partecipare al concorso per gli aspiranti docenti che si trovino in quarantena.

Mirna Ventanni

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...