Inizio scuola, dai banchi alla gestione dei docenti in quarantena. I presidi: “Così non si va avanti”

Fonte: La Tecnica della Scuola – 1 ottobre 2020

Tanti i problemi emersi in queste prime settimane di scuola e i dirigenti scolastici unanimemente chiedono l’avvio di un tavolo permanente al Ministero per comprendere I problemi e trovare una soluzione. Così Antonello Giannelli, presidente Anp (Associazione Nazionale Presidi) ha scritto al Ministro Azzolina. Oltre che le differenze di intervento che le asl offrono in questo anno scolastico, con prassi difformi per i casi sintomatici, c’è “la gestione dei docenti in quarantena in riferimento alla didattica a distanza: “Manca una regolazione contrattuale che fornisca un riferimento per i lavoratori e il dirigente scolastico”, spiega Giannelli. Le GPS e la tempistica di conferimento degli incarichi di supplenza sono stati un altro argomento affrontato da Giannelli che, nella lettera, ha chiesto al Ministro anche specifiche in merito all’utilizzo e all’eventuale sostituzione dell’organico Covid. Giannelli, in applicazione del Protocollo d’Intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione del Covid.

Presso il Tavolo nazionale permanente è previsto che siano “riportate, con cadenza periodica, le questioni di maggiore interesse e le criticità pervenute al Ministero tramite il servizio di help desk o tramite richieste dei Direttori generali o dei dirigenti preposti agli Uffici Scolastici Regionali o direttamente dalle Organizzazioni sindacali”.

Fabrizio De Angelis

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...