Un avvocato in classe: ecco come accedere all’insegnamento con una laurea in Giurisprudenza

Hai una laurea in Giurisprudenza? Hai mai pensato che potresti entrare nel mondo della scuola come insegnante di discipline giuridiche?

Quella in Giurisprudenza è da sempre una delle lauree più ambite: nella maggior parte dei casi si inizia questo percorso di studi sognando di diventare avvocato o magistrato e non si pensa ad una carriera tra i banchi di scuola. Invece è bene sapere che si può accedere all’insegnamento, che questo titolo di studio si richiesto in vari licei ed istituti tecnici, ma anche alle scuole medie, e si può insegnare diverse materie legate al mondo della legislazione: la figura è ricercata.

La classe di concorso di rifermineto è la A/46, nella quale possono avere accesso tutte le lauree in giurisprudenza del nuovo e vecchio ordinamento. Ergo, può accede chi ha una laurea in:

  • Giurisprudenza corso quinquennale con il vecchio ordinamento;
  • Magistrale quinquennale a ciclo unico in giurisprudenza Laurea Magistrale 01;
  • Laurea specialistica in giurisprudenza classe LS 22;
  • Laurea in teoria e tecniche della formazione e dell’informazione giuridica (LS 102).

Ma il titolo di dottore in matere giuridiche non basta per accedere all’insegnamento: si deve verificare di avere tutti i requisiti richiesti dal Ministero per la classe di concorso. Quali sono i requisiti?

Per chi possiede una laurea in vecchio ordinamento e l’ha conseguita entro l’anno accademico 2000/2001 non servono ulteriori integrazioni; se è stata conseguita dopo detto anno i requisiti richiesti sono: un esame annuale di economia politica, uno di politica economica, una di politica aziendale e uno di statistica economica.

Per chi è in possesso di una laurea nuovo ordinamento sono richiesti almeno 96 crediti nei settori scientifico-disciplinari SECS P, SECS S, IUS, di cui: 12 SECS-P/01, 12 SECS-P/02, 12 SECS-P/07, 12 SECS-S/03, 12 IUS-01, 12 IUS-04, 12 IUS-09, 12 IUS-10.

Nel caso in cui manchino alcuni requisiti curriculari, si possono integrare sostenendo i singoli esami universitari oppure tramite la formula del Master classe A/46 “Insegnamento delle materie giuridiche-economiche negli istituti secondari di secondo grado: metodologie didattiche”.

Oltre a ciò indispensabile sarà integrare il nostro piano studi con altre materie che corrispondono agli ormai famosi 24 Cfu: psicologia, pedagogia, antropologia e metodologia didattica. Laurea e 24 Cfu danno l’accesso al concorso ordinario, di cui si attende la pubblicazione delle date delle prove a breve, ma sono indispensabili anche per iscriversi alla II fascia delle Graduatorie che, essendo state aggiornate proprio nel 2020, dovrebbero essere riaperte per l’aggiornamento fra due anni, come ha annunciato il Ministro Lucia Azzolina. Si ha dunque il tempo – nella logica di non perdere mai tempo! – per poter svolgere questi esami integrativi e, perchè no, di vivacizzare il proprio curriculum vitae con certificazioni informatiche o linguistiche che garantiscono punti importanti per le graduatorie.

Vediamo che materie si può insegnare potendo accedere alla classe di concorso A/46:

  • Diritto;
  • Economia Politica;
  • Economia e Diritto dello Sport;
  • Diritto ed Economia turistica;
  • Legislazione Socio-Sanitaria
  • Pratica commerciale;
  • Diritto e tecniche amministrative.

Dove si può insegnare?

  • Al Liceo delle Scienze Umane Economico Sociale;
  • AL Liceo delle Scienze Umane;
  • All’Istituto Tecnico indirizzo Tecnologico;
  • All’Istituto tecnico economico: amministrazione, finanza e marketing;
  • All’Istituto tecnico economico: relazioni internazionali e marketing;
  • All’Istituto tecnico: marketing del turismo;
  • All’Istituto tecnico: settore logistico, chimico e biologico;
  • All’Istituto professionale per i servizi alberghieri;
  • All’Istituto professionale per i servizi socio sanitari
  • All’Istituto professionale per i servizi commerciali;
  • All’Istituto professionale a indirizzo moda.

Dunque, se hai una laurea in Giurisprudenza e ti mancano i 24 Cfu per accedere alla Classe di Concorso A/46 puoi completare la tua formazione con l’offerta del
Percorso Formativo 24 Cfu-D.M. 616/2017.

Consulta il sito www.noidellascuola.it alla sezione “Corso 24 Cfu” o telefona per avere informazioni, senza impegno, al numero 075 85 15 251, ed un tutor ti indicherà il miglior percorso per la tua formazione.

Mirna Ventanni

Articoli recenti

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...