Concorso straordinario per il ruolo: quale permesso richiedere per partecipare. Cosa presentare a scuola dopo la prova

Fonte: Orizzonte Scuola – 7 ottobre 2020
Poter usufruire dei permessi per prendere parte a selezioni ed esami è un diritto regolato dal CCLN del 2007, confermato dal nuovo Contratto 2016/18. Rispetto a i docenti con contratto a tempo indeterminato
L’art 15 comma 1, del CCLN per esempio così recita: “Il dipendente della scuola con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ha diritto, sulla base di idonea documentazione anche autocertificata, a permessi retribuiti per i seguenti casi:
partecipazione a concorsi od esami: gg. 8 complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio”.
Si potrà usufruire di tali giorni unicamente per le giornate di convocazione delle prove, mentre per la preparazione si possono sfruttare il permesso studio o l’aspettativa per motivi di studio.
Può usufruire di tali permessi anche il personale impiegato a tempo parziale, In questo caso i giorni di permesso vanno calcolati in base alle ore settimanali di lavoro.
Per ottenere i permessi per i concorsi o per esami si deve presentare domanda al dirigente scolastico.
Linda Tramontano

Articoli recenti

GPS 2024

GPS 2024

In questo particolare momento, molti insegnanti si trovano a riflettere su come migliorare il proprio punteggio per aumentare le probabilità di ottenere la posizione desiderata in graduatoria. In un contesto sempre più competitivo, è fondamentale...

Seconda Abilitazione per docenti di ruolo: come fare

Seconda Abilitazione per docenti di ruolo: come fare

 30 CFU seconda abilitazione :destinati ai docenti già abilitati su una classe di concorso o su un altro grado di istruzione, nonché ai docenti in possesso della specializzazione sul sostegno. Cosa sono i 30 CFU e perché sono importanti per la seconda...

APERTURA GRADUATORIA: PER GLI ATA 6 PUNTI PER IL SERVIZIO MILITARE

APERTURA GRADUATORIA: PER GLI ATA 6 PUNTI PER IL SERVIZIO MILITARE

Sei punti tondi tondi in più in graduatoria per gli Ata. E’ la bella sorpresa per chi ha svolto il servizio militare. La novità è stata comunicata dal Ministero dell’Istruzione e del Merito in occasione dell’illustrazione delle disposizioni messe a punto in merito al...