Supplenze docenti, prima le Gps errate ora latitano i candidati

Fonte: La Tecnica della Scuola – 7 ottobre 2020

Supplenze docenti, prima le Gps errate ora latitano i candidati: ad Arezzo solo 15 precari per 400 posti

Nel frattempo, il portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, ha denunciato “lo stato di caos in cui si trova il provveditorato del capoluogo lombardo che non ha precedenti con gli anni passati”.

È martoriata da problemi di ogni tipo la gestione delle assegnazioni delle supplenze. Prima si sono registrati gli errori dell’algoritmo delle nuove graduatorie provinciali, a causa dei quali si è verificato un allungamento dei tempi di attivazione delle nomine (solo a Milano resterebbero da assegnare cinquemila cattedre), ora a pesare è il disinteresse dei precari. A questo proposito basti pensare che ad Arezzo l’assegnazione delle cattedre avvenuta il 6 ottobre è andata pressoché deserta, essendosi presentati soltanto in quindici.

I posti erano riservati al sostegno e quanto prima verrà indetta una nuova convocazione, sperando che la preoccupazione per la situazione sanitaria non si aggravi, dal momento che questo è il motivo che ha indotto molti a non presentarsi. Se non ci sarà risposta, è previsto che le scuole possano procedere all’assegnazione diretta. I dirigenti potranno utilizzare le graduatorie di istituto o fare ricorso alle Mad.

Intanto lo stato di caos in cui si trova il provveditorato di Milano è al centro della denuncia del portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che ha annunciato un’interrogazione parlamentare in merito.

Alessandro Giuliani

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...