L’uso delle mascherine nelle scuole: precisazioni del ministero e alunni con gravi patologie

Fonte: Orizzonte Scuola – 20 ottobre 2020

Tutti i piani di riapertura scolastica affrontano i temi connessi ai comportamenti che bisogna assumere per impedire la diffusione di COVID-19. Se utilizzate in modo coerente e corretto, insieme a importanti strategie di mitigazione, le mascherine sono importanti per aiutare a rallentare la diffusione di COVID-19. Altre importanti strategie di mitigazione includono l’allontanamento sociale, il lavaggio delle mani e la pulizia e la disinfezione regolari delle superfici toccate di frequente nelle scuole e negli autobus. Le mascherine sono consigliate come semplice barriera per aiutare a prevenire il passaggio di goccioline respiratorie nell’aria e su altre persone quando la persona che indossa la maschera tossisce, starnutisce, parla o alza la voce. Diversi studi hanno documentato la trasmissione asintomatica e presintomatica di SARS-CoV-2; il che significa che le persone con COVID-19 che non sviluppano mai sintomi (asintomatici) e coloro che non mostrano ancora sintomi (presintomatici) possono comunque trasmettere il virus ad altre persone. L’educazione e la promozione di relazioni positive e di supporto dovrebbero rimanere l’obiettivo principale di dirigenti scolastici, insegnanti e personale. Includere mascherine negli elenchi delle forniture scolastiche e fornire mascherine, ogni mattina, a studenti, insegnanti, personale o visitatori che non le hanno disponibili. Includere mascherine trasparenti o visiere negli elenchi di materiale scolastico per insegnanti e personale che interagiscono regolarmente con studenti non udenti o con problemi di udito, studenti che imparano a leggere, studenti con disabilità e coloro che fanno affidamento sulla lettura labiale come parte dell’apprendimento. Assicurarsi che gli studenti e il personale siano consapevoli dell’uso corretto delle mascherine, compreso l’uso di mascherine sul naso e sulla bocca e in modo sicuro intorno al viso. Assicurarsi che studenti, insegnanti e personale siano consapevoli che dovrebbero lavarsi o disinfettarsi le mani (utilizzando un disinfettante per le mani che contenga almeno il 60% di alcol) prima di indossare una maschera. Gli studenti e le scuole dovrebbero considerare la possibilità di avere mascherine aggiuntive disponibili per studenti, insegnanti e personale nel caso in cui sia necessaria una maschera di riserva durante il giorno e per facilitare il lavaggio quotidiano delle mascherine.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...