Prove Invalsi: ecco il calendario

Si torna a parlare di Prove Invalsi: se il Covid lo permetterà, per l’anno scolastico in corso, sono state confermate. E’ stato proprio l’Invalsi a comunicare le date per la prove da svolgersi per l’anno scolastico 2020/21 e che interessa i cinque gradi scolastici che, come ogni anno, partecipano alle rilevazioni nazionali. L’appuntamento, come sempre, è da marzo a maggio. La speranza è, ovviamente, che in primavera la pandemia sia sotto controllo e le prove non debbano essere cancellate com’è accaduto lo scorso anno. Naturalmente le date pubblicate da l’Invalsi possono subire vaziazioni che saranno concordate con il Ministero dell’Istruzione e tempestivamente communicate alle scuole.

Ma vediamo il calendario. Nella la scuola primaria saranno coinvolti gli studenti delle classi II, che inizieranno giovedì 6 maggio 2021 con la prova di italiano e di lettura (solo classi campione) e concluderanno con la prova di matematica mercoledì 12 maggio 2021; e delle classi V. Questi ultimi inizieranno mercoledì 5 maggio 2021 con inglese, la prova di italiano è fissata per il giorno successivo ( giovedì 6 maggio 2021) per concludere con matematica mercoledì 12 maggio. Per gli alunni delle scuole elementari le Prove sono scritte.

Anche gli alunni delle classi III della scuola secondaria di primo grado sono chiamati alla Prova. Da mercoledì 7 a venerdì 30 aprile 2021 si svolgeranno le prove della sessione ordinaria, per le classi non campione, prove di italiano, matematiica e inglese (lettura e ascolto). Giovedì 8, venerdì 9, lunedì 12 e martedì 13 aprile 2021 le prove riguarderanno le classi campione.

Per quanto riguarda le scuole secondarie di secondo grado, la Prova Invalsi interessa gli studente delle classi II e V che svolgeranno la prova al computer – Cbt. Martedì 11, giovedì 13 e venerdì 14 maggio 2021 è prevista la prova di italiano e matematica per le classi campione di II superiore: la scuola sceglie due giorni tra i tre proposti. Per le classi non Campione, le prove di italiano e matematica si svolgeranno da lunedì 10 maggio a venerdì 28 maggio 2021.

A marzo inizieranno le prove Invalsi gli alunni di V superiore: l’appuntamento per le classi campione, prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto) è martedì 2, mercoledì 3, giovedì 4, venerdì 5 marzo 2021: la scuola sceglie tre giorni tra i quattro proposti. Per le classi noncampione, prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto) le prove si svolgeranno da lunedì 1 marzo a mercoledì 31 marzo 2021, mentre per la sessione suppletiva, classi noncampione e candidati privatisti, prove di Italiano, Matematica e Inglese (lettura e ascolto), le date sono fissate da lunedì 17 maggio a venerdì 21 maggio 2021.

Cambiano le modalità di svolgimento delle prove in base ai cicli d’istruzione: nella scuola primaria le Prove Invalsi avvengono simultaneamente nello stesso giorno per ogni materia e alla stessa ora con la tradizionale modalità carta e penna.

La scuola secondaria di primo e di secondo grado, invece, utilizza la modalità CBT e svolge le prove all’interno di un periodo di somministrazione fissato a livello nazionale. Questa finestra temporale può essere gestita autonomamente da ciascuna scuola, in funzione del numero degli allievi e del numero di computer disponibili.

Speriamo che quest’anno i nostri studenti riescano a sottoporsi alle Prove: significherebbe che la situazione Covid non avrebbe impedito loro di frequentare le lezioni, di preparasi nel migliore dei modi e di recarsi a scuola per superare i test. Significherebbe che, forse, il peggio della pandemia potrebbe essere passato!

Mirna Ventanni

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...