Prove Invalsi: ecco il calendario

Si torna a parlare di Prove Invalsi: se il Covid lo permetterà, per l’anno scolastico in corso, sono state confermate. E’ stato proprio l’Invalsi a comunicare le date per la prove da svolgersi per l’anno scolastico 2020/21 e che interessa i cinque gradi scolastici che, come ogni anno, partecipano alle rilevazioni nazionali. L’appuntamento, come sempre, è da marzo a maggio. La speranza è, ovviamente, che in primavera la pandemia sia sotto controllo e le prove non debbano essere cancellate com’è accaduto lo scorso anno. Naturalmente le date pubblicate da l’Invalsi possono subire vaziazioni che saranno concordate con il Ministero dell’Istruzione e tempestivamente communicate alle scuole.

Ma vediamo il calendario. Nella la scuola primaria saranno coinvolti gli studenti delle classi II, che inizieranno giovedì 6 maggio 2021 con la prova di italiano e di lettura (solo classi campione) e concluderanno con la prova di matematica mercoledì 12 maggio 2021; e delle classi V. Questi ultimi inizieranno mercoledì 5 maggio 2021 con inglese, la prova di italiano è fissata per il giorno successivo ( giovedì 6 maggio 2021) per concludere con matematica mercoledì 12 maggio. Per gli alunni delle scuole elementari le Prove sono scritte.

Anche gli alunni delle classi III della scuola secondaria di primo grado sono chiamati alla Prova. Da mercoledì 7 a venerdì 30 aprile 2021 si svolgeranno le prove della sessione ordinaria, per le classi non campione, prove di italiano, matematiica e inglese (lettura e ascolto). Giovedì 8, venerdì 9, lunedì 12 e martedì 13 aprile 2021 le prove riguarderanno le classi campione.

Per quanto riguarda le scuole secondarie di secondo grado, la Prova Invalsi interessa gli studente delle classi II e V che svolgeranno la prova al computer – Cbt. Martedì 11, giovedì 13 e venerdì 14 maggio 2021 è prevista la prova di italiano e matematica per le classi campione di II superiore: la scuola sceglie due giorni tra i tre proposti. Per le classi non Campione, le prove di italiano e matematica si svolgeranno da lunedì 10 maggio a venerdì 28 maggio 2021.

A marzo inizieranno le prove Invalsi gli alunni di V superiore: l’appuntamento per le classi campione, prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto) è martedì 2, mercoledì 3, giovedì 4, venerdì 5 marzo 2021: la scuola sceglie tre giorni tra i quattro proposti. Per le classi noncampione, prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto) le prove si svolgeranno da lunedì 1 marzo a mercoledì 31 marzo 2021, mentre per la sessione suppletiva, classi noncampione e candidati privatisti, prove di Italiano, Matematica e Inglese (lettura e ascolto), le date sono fissate da lunedì 17 maggio a venerdì 21 maggio 2021.

Cambiano le modalità di svolgimento delle prove in base ai cicli d’istruzione: nella scuola primaria le Prove Invalsi avvengono simultaneamente nello stesso giorno per ogni materia e alla stessa ora con la tradizionale modalità carta e penna.

La scuola secondaria di primo e di secondo grado, invece, utilizza la modalità CBT e svolge le prove all’interno di un periodo di somministrazione fissato a livello nazionale. Questa finestra temporale può essere gestita autonomamente da ciascuna scuola, in funzione del numero degli allievi e del numero di computer disponibili.

Speriamo che quest’anno i nostri studenti riescano a sottoporsi alle Prove: significherebbe che la situazione Covid non avrebbe impedito loro di frequentare le lezioni, di preparasi nel migliore dei modi e di recarsi a scuola per superare i test. Significherebbe che, forse, il peggio della pandemia potrebbe essere passato!

Mirna Ventanni

Articoli recenti

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

Si surriscalda la polemica attorno alle scuole e, in questo caso, verrebbe da dire bene. Il problema, infatti, è proprio la temperatura troppo fredda che rende difficile per molti studenti studiare in condizioni normali. Stando alla denuncia del presidente...

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

Perché non sviluppare strategie metacognitive già dalla scuola primaria? “La caratteristica peculiare dell’Università consiste nell’insegnare a studiare. La laurea è solo la prova che si sa studiare, che si sa acquisire formazione da se stessi e che ci si è trovati...

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...