Concorso straordinario, Azzolina: non ci sarà prova suppletiva, vi dico perché. Si farà, così avremo meno precari

Fonte www.orizzontescuola.it (21 ottobre 2020)

 

In una lunga intervista rilasciata ieri a La7 il Ministro Azzolina ha ribadito che non sarà prevista una prova suppletiva per il concorso per coloro che non potranno partecipare a causa di quarantena o sintomi riconducibili al COVID.

“Abbiamo un parere della Funzione pubblica che vale per tutti i concorsi della Pa. Quel parere non prevede prove suppletive perché si fa riferimento a dei principi ben precisi e vale per tutti i concorsi pubblici, compresa la scuola. – ha spiegato il ministro – Il parere è stato dato per la prima volta al Ministro Manfredi in occasione dei test all’Università a settembre. Si aveva stesso problema. Il no alle prove suppletive vale per tutti i concorsi pubblici, compreso quello dei Carabinieri che si sta svolgendo in questo periodo”. Alla vigilia dell’avvio delle prove sul concorso continuano a registrarsi polemiche. Il Ministro ha voluto essere rassicurante: “non dovete immaginare grandi padiglioni, dovete immaginarvi dieci persone per laboratorio, distanziate, con gli igienizzanti e il controllo della temperatura all’ingresso. Ci servirà per avere meno precari l’anno prossimo perché potremo assumere”. A esprimere un diverso parere è anche il PD, che ha espresso contrarietà al concorso ritenendolo “un rischio che sarebbe meglio non correre“. Il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci ed il vicepresidente della commissione istruzione Francesco Verducci chiedono alla ministra almeno “una prova suppletiva per gli insegnanti che sono in quarantena o positivi”.

abstract articolo di redazione

Articoli recenti

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

Si surriscalda la polemica attorno alle scuole e, in questo caso, verrebbe da dire bene. Il problema, infatti, è proprio la temperatura troppo fredda che rende difficile per molti studenti studiare in condizioni normali. Stando alla denuncia del presidente...

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

Perché non sviluppare strategie metacognitive già dalla scuola primaria? “La caratteristica peculiare dell’Università consiste nell’insegnare a studiare. La laurea è solo la prova che si sa studiare, che si sa acquisire formazione da se stessi e che ci si è trovati...

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...