Didattica a distanza: le lezioni possono essere più corte. Stop dopo 50 minuti

Fonte: Corriere della Sera – 28 ottobre 2020

Le lezioni online si potranno ridurre di 10 o 15 minuti. Sono le scuole a decidere come organizzare la didattica a distanza, come previsto dall’integrazione al contratto dei docenti con la quale si regolarizza e si introduce l’obbligo delle lezioni online almeno fino al 31 gennaio, fin quando, cioè, è in vigore lo stato di emergenza. Il contratto non è ancora in vigore, ma il ministero lo ha già trasmesso ai presidi: mancano le firme di Cgil e Snals e quando le parti sociali che rappresentano il 51 per cento degli insegnanti avranno dato il loro consenso potranno essere applicate. Per oggi, 28 ottobre, è previsto un incontro al ministero dell’Istruzione tra i sindacati e il ministro Azzolina. Intanto le nuove norme sull’obbligo della didattica a distanza nelle scuole superiori per almeno il 75 per cento delle lezioni ha portato alcuni cambiamenti nelle linee guida. Molti istituti hanno optato per lasciare a casa I professori e non farli andare a scuola per svolgere le lezioni online: non solo per comodità, ma anche perché le linee internet delle scuole sono state previste per un certo numero di collegamenti, non per tutte le classi.

Abstract articolo Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...