Nelle zone rosse scuola in presenza fino alla prima media. Verso lo stop al concorso straordinario

Fonte: Il Sole 24 Ore – 4 novembre 2020

Le lezioni a distanza al 100% in tutte le scuole superiori del Paese. Nelle regioni a zone rosse, poi, la didattica integrata digitale sarà estesa anche per seconda e terza media. Inoltre si va verso la sospensione del concorso straordinario, pur se la prova è stata svolta finora dal 60% dei candidati, circa 36mila. La partecipazione media giornaliera è stata dell’86%, con picchi vicini al 90%. Queste le nuove disposizioni del Dpcm che dovrebbero scattare da domani, 5 novembre, e fino al 3 dicembre. Altra disposizione è che la mascherina diventa obbligatoria a scuola per i bambini delle elementari e delle medie, anche quando sono seduti al banco. Sono esantati i bambini di età inferiore ai sei anni e i soggetti con patologie o disabilità. Nelle zone rosse la didattica si terrà da remoto anche per i ragazzi della seconda e terza media. Pertanto, la scuola in presenza si farà solo fino alla prima media. La vera novità dell’ultimissima bozza del Dpcm è la sospensione del concorso straordinario che mette in palio 32mila cattedre. Il concorso riprenderà quando finirà il periodo di sospensione, che interessa un pò tutte le selezioni tranne quelle sanitarie. L’ultima disposizione per la scuola è la sospensione di: viaggi d’istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio, visite guidate e uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Potranno essere svolte unicamente le attività di scuola-lavoro e i tirocini, che dovranno essere svolte nel rispetto dellecprescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti.

Claudio Tucci

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...