Puericultrice il nuovo corso di noidellascuola: Professionista in prima infanzia

SE HAI PIU’ DI 16 ANNI E UN DIPLOMA DI TERZA MEDIA, POTREBBE DIVENTARE IL TUO MESTIERE

Cerchi un lavoro ed ami i bambini? La puericultrice potrebbe essere la qualificazione professionale adatta soprattutto in assenza di un titolo superiore da spendere sul mercato del lavoro. Per iscriversi al corso annuale di Puericultrice di Noidellasccuola è sufficiente avere 16 anni e la licenza di terza media. Il corso è inserito nell’offerta formativa della Scuola per Puericultrici Tecnica 2000, esistente dal 1978, regolarmente autorizzata dalla Regione Abruzzo. La puericultrice è un mestiere svolto da sempre nelle funzioni di cura ed accadimento di mamme, nonne, zie. Da diversi anni è diventato una professione riconosciuta tra le Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie come risulta dall’elenco consultabile sul sito del Ministero della Salute. Inoltre negli ultimi anni si registra una richiesta in crescita di questo profilo nel servizio sanitario nazionale, in servizi ambulatoriali e consultoriali, in asili nido, nelle scuole materne, in istituti di recupero per bambini, negli enti locali, in cooperative sociali che si occupano di minori e in ludoteche.  A causa del Covid attualmente le 550 ore sono suddivise in 350 ore di lezioni  on line e 150 ore per il tirocinio. La nostra struttura si occuperà di trovare la disponibilità di strutture adatte ad accogliere lo studente nel territorio di provenienza. Se la didattica è sempre on line sulla piattaforma elettronica, anche la parte pratica del tirocinio potrà essere espletata senza spostamenti e anche in caso di chiusura dei confini regionali e comunali. Le conoscenze che deve possedere la puericultrice riguardano psicologia, pedagogia, pediatria, anatomia, fisiologia, puericultura, igiene del bambino e dell’ambiente, ostetricia, assistenza sociale, scienza dell’alimentazione, tecnica assistenziale, etica professionale. Deve inoltre conoscere la comunicazione e i linguaggi verbale, corporeo, figurativo, i diritti del bambino, doveri della famiglia e della società, tappe evolutive e sviluppo socio-psicologico del bambino, funzioni dell’asilo nido, attività ludico-motorie.  La puericultrice deve essere in grado di gestire le relazioni con più soggetti (bambini, genitori, operatori sanitari e sociali). Deve essere capace di curare l’igiene e l’alimentazione del bambino; progettare e proporre attività ludichemotorie ed espressive; tenere pulito l’ambiente del bambino. Deve inoltre avere buone capacità manuali.

Puericultrice: per formarti i titoli di accesso sono

– 16 anni

-diploma di terza media

– ambito di impiego servizio sanitario nazionale, servizi per la prima infanzia pubblici e privati, ludoteche e strutture di accoglienza per bambini sia pubbliche che private

Per sapere di più

info@noidellascuola.it

075-8515251

Redazione

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...