Progettare nuovi spazi d’apprendimento, utilizzare la tecnologia in modo mirato per personalizzare l’esperienza di ogni studente: scoprilo all’Intel 2020 Edu Challenge

Fonte: Orizzonte Scuola – 18 novembre 2020

Quali competenze devono possedere oggi gli insegnanti per abilitare una didattica innovativa? Quali tecniche e metodologie possono essere applicate ad un ambiente virtuale? La didattica a distanza e l’introduzione improvvisa e cospicua della tecnologia rappresentano indubbiamente una grande sfida per la scuola. A questo si accompagna un clima di costante incertezza, in cui gli educatori devono trovare velocemente delle risposte. Per questo motivo Intel, insieme a partner qualificati dell’ecosistema scolastico, ha organizzato “Intel 2020 Edu Challenge”, un evento digitale che fornisca agli insegnanti gli strumenti per progettare nuovi ambienti e spazi d’apprendimento con le risorse messa a disposizione dalla nostra Pubblica Amministrazione Utilizzare la tecnologia in modo strategico e mirato, per personalizzare l’esperienza educativa Acquisire nuove competenze per una nuova didattica. La situazione inedita che abbiamo appena vissuto ci ha dimostrato che un’educazione innovativa non solo è possibile, ma è necessaria – e si fonda sul sostenere e sviluppare ora le competenze fondamentali per affrontare con successo gli scenari del futuro. Abbiamo raccolto le testimonianze di scuole italiane che, da Nord a Sud, hanno saputo reinventare insegnamento ed apprendimento. Non solo: abbiamo interrogato gli esperti del settore per parlare di metodologie innovative e per affrontare più preparati gli scenari del domani. Nel corso dell’evento interverranno: Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, Vicedirettore Generale UNESCO, Donatella Solda, presidente di Fondazione FEM, Claudio dell’Era, Direttore Osservatorio Design Thinking for Business, e poi ancora dirigenti scolastici, insegnanti, genitori e molti altri attori ed operatori dell’ecosistema scolastico italiano, per rispondere alle numerose domande sulle nuove sfide della didattica.

Redazione

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...