SE LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE VIEN DI NOTTE

Tutta la speranza è riposta nella Befana. Una volta i ragazzi aspettavano la calza per fare incetta di dolciumi vari ma oggi la speranza è che la festività segni che si avveri quel desiderio che mai avremmo pensato che potesse essere così caldamente alimentato dagli studenti: la riapertura delle scuole. Farà il miracolo la simpatica Befana? Auguriamolo ai nostri ragazzi, anche se, come si dice, i versi non sono belli. Se fino a pochi giorni fa la riapertura delle scuole il 7 gennaio sembrava certo, già si avanzano dubbi sulla possibilità di poter contare sul ritorno alla normalità. Insomma, al momento non ce la sentiremmo di caricare la Befana di una aspettativa che potrebbe andare delusa. I ragazzi comunque stanno prendendo le cose con lo spirito giusto e all’insegna dell’ironia, come ha dimostrato il flash mob simbolico che il comitato Priorità alla scuola ha voluto promuovere davanti agli istituti delle principali città italiane. Un bello spettacolo di striscioni di tutti i tipi che almeno ha dato una nota di colore. Incoraggianti sono pure i fondi stanziati per recuperare i ritardi accumulati, che dovrebbero essere definitivamente approvati in questi giorni in Senato. La speranza è in ogni caso nell’efficacia del vaccino e nella fine della pandemia. Se sul fronte dei contagi non si faranno progressi, parlare di ritorno alla didattica in presenza sarà arduo e più che sulla Befana non resterebbe altro che confidare su babbo Natale… del prossimo anno. Ma il migliore augurio per il nuovo anno è fare nostro lo slogan “Ci vediamo il 7”, la scritta più ricorrente negli striscioni del flash mob. Se la Befana dovesse invece fare uno scherzaccio, almeno provveda a un supplemento di dolci, con i quali consolarsi e cacciare ogni amarezza.

Alberto Barelli

Articoli recenti

DISCIPLINE LETTERARIE NUOVA A-12

DISCIPLINE LETTERARIE NUOVA A-12

Cos’è la classe di concorso A012 La Classe di Concorso A012 permette l’insegnamento delle discipline letterarie, all’interno delle scuole secondarie di I e II grado. La CdC A012, che accorpa le ex A-12 e A-22, è la nuova denominazione unica data...

Tfa Sostegno, non servono i 24 Cfu Gli atenei rettificano i bandi

Tfa Sostegno, non servono i 24 Cfu Gli atenei rettificano i bandi

Non sono più necessari i 24 crediti formativi universitari (Cfu) per l'accesso al Tfa sostegno 2024 per la scuola secondaria. Lo ha chiarito il ministero dell'università, il 9 aprile, in una nota dove spiega che per accedere al IX ciclo del Tfa, il tirocinio formativo...

GPS 2024

GPS 2024

In questo particolare momento, molti insegnanti si trovano a riflettere su come migliorare il proprio punteggio per aumentare le probabilità di ottenere la posizione desiderata in graduatoria. In un contesto sempre più competitivo, è fondamentale...