Graduatorie ATA terza fascia: ecco quali attestati e titoli danno punteggio per assistente amministrativo

Fonte: Orizzontescuola.it – 20 gennaio 2021

I nuovi elenchi delle graduatorie ATA terza fascia saranno validi per il triennio 2021/22, 2022/23, 2023/24. Le domande dovranno essere presentate in modalità telematica nelle prossime settimane (Il MInistero ha proposto dal 2 febbraio al 1° marzo, ma non c’è ancora una data certa) ed è importante ora aumentare il proprio punteggio. Per il profilo dell’assistente amministrativo sono validi, oltre al punteggio per il titolo di studio utile per l’accesso: diploma di laurea (si valuta un solo titolo): 2 punti Attestato di qualifica professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 14 della legge 845 del 1978, ovvero ai sensi del Decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, relativo alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici (si valuta un solo attestato) (2): PUNTI 1,50 attestato di addestramento professionale per la dattilografia o attestato di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da altri enti pubblici (si valuta un solo attestato) (2) (4) (6): 1 punto idoneità in concorso pubblico per esami o prova pratica per posti di ruolo nelle carriere di concetto ed esecutive, o corrispondenti, bandito dallo Stato o da enti pubblici territoriali. Si valuta una sola idoneità: 1 punto certificazioni informatiche e digitali (si valuta un solo titolo) quali ECDL,NUOVA ECDL, MICROSOFT, EUCIP, IC3, MOUS, CISCO, PEKIT, EIPASS, EIRSAF (ordinanza n 3506 del 10 luglio 2017) IDCERT (note Mi DGCASIS prott. nn. 1476 del 25/06/2020 e 1705 del 20/07/2020) A questi è possibile aggiungere i punteggi per il servizio eventualmente svolto.

Abstract articolo di Redazione  

Articoli recenti

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...