Scuola, riparte il concorso straordinario «chiuso per Covid»

Fonte: Corriere della Sera – 25 gennaio 2021

Il Ministero dell’Istruzione ha annunciato ieri le date delle ultime prove previste fra il 15 e il 19 febbraio. In palio 32 mila posti per medie e superiori, ma per il sostegno è previsto un mezzo flop visto che i candidati sono la metà dei posti a disposizione. Sospeso causa Covid a pochi giorni dal traguardo finale, riprende il travagliato e contestatissimo (non solo da sindacati e opposizione ma anche da una parte della maggioranza, Pd in testa) concorso straordinario che dovrebbe portare in cattedra dopo l’estate 32 mila nuovi prof delle medie e delle superiori. Un pannicello caldo visti i drammatici buchi in organico apertisi quest’anno, ma comunque sempre più di nulla visto che per gli altri concorsi ordinari (33 mila posti per medie e superiori e quasi 13 mila per materne ed elementari) ancora non c’è una data e, fra prove preselettive scritto orale, per la proclamazione dei vincitori se ne riparlerà se va bene a settembre 2023. Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato ieri le nuove date delle ultime prove del concorso riservato ai precari, che si svolgeranno fra il 15 e il 19 di febbraio, con una media di 10 candidati per aula come prevedono le norme anti Covid. La prova scritta, fatta al computer, dura 150 minuti e prevede cinque domande a risposta aperta (nella prima versione doveva essere un quiz a crocette poi saltato in seguito alle contestazioni) più un quesito di inglese. L’elenco delle sedi d’esame sarà comunicato dagli Uffici Scolastici Regionali almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse nei rispettivi Albi e sui siti Internet.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...