MAMMA HO RITROVATO IL CONCORSO

Questo mese si concluderanno le prove del concorso straordinario per il ruolo. Questo è certo. Si è iniziato poi a vociferare delle date di indizione del concorso ordinario per l’infanzia e la primaria e per la scuola secondaria di II grado. L’incertezza in questo caso è invece totale ma è già una buona cosa che si incominci a parlarne. Insomma, sembra essere a una (nuova) svolta la vicenda del concorso più problematico, sfortunato e foriero di polemiche della storia della scuola italiana. Sarà la volta buona? Il dubbio è lecito ma è doveroso augurarlo ai poveri aspiranti insegnanti, per i quali mai il sogno di insegnare è stato così sospirato e tribolato. La condizione per lo svolgimento regolare delle prove del concorso ordinario è la fine dell’emergenza sanitaria. Come noto, tutto era stato sospeso per l’alto numero dei contagi. Le date prospettate, ipotizzando la primavera ma anche la tarda estate, dovrebbero far ben sperare. Se a questa data la vaccinazione di massa non dovesse aver garantito la flessione drastica dei contagi, allora quello del concorso, con tutto il rispetto dei candidati, sarebbe forse uno dei problemi minori. I sindacati hanno iniziato comunque a mettere le mani avanti, chiedendo misure straordinarie per garantire che le prove si possano tenere nella massima sicurezza. Intanto il nuovo governo dovrà fare i conti con l’indizione della prova suppletiva per coloro che a causa del covid non hanno partecipato alle prove tenutesi nei mesi passati. In tale favore si è espresso infatti il Tar del Lazio. Che il problema non si ripeta con il prossimo concorso. Ma, pandemia a parte, la ridda di notizie che si stanno accavallando attorno all’aggiornamento delle graduatorie del personale Ata ce lo sta insegnando, sappiamo come non ci sono limiti alle prodezze della burocrazia italiana.

Alberto Barelli

Articoli recenti

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...