Maturità 2021: presidente esterno e docenti interni

Fonte: orizzontescuola.it – 17 febbraio 2021

La maturità 2021 è il primo impegno che dovrà assolvere il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. A La Repubblica è stato chiaro: “Farò presto, entro questa settimana”. Sempre sul quotidiano leggiamo di alcune novità riguardanti l’esame finale. Bianchi condivide l’impostazione di Azzolina: niente scritti anche per il 2021 e dunque niente prima prova (italiano) e seconda (che varia a seconda dell’Istituto). Bianchi sta invece studiando la reintroduzione della tesina multidisciplinare, da alcuni considerata più strutturata e accurata del testo presentato lo scorso anno scolastico, relativo alla disciplina (o discipline) della seconda prova scritta. L’opzione tesina potrebbe essere un gradito ritorno per gli studenti, una rampa di lancio per il maxi orale. Meno gradita per quegli insegnanti che per anni hanno combattuto contro il “copia incolla” con cui alcuni studenti hanno inteso il lavoro. In ogni caso un argomento che divide studenti e insegnanti, e che può presentare livelli diversi di difficoltà, a seconda dell’impostazione. Il PTCO (l’ex Alternanza Scuola-Lavoro) potrebbe ancora essere punto cardine della prova orale. In generale, resiste l’idea di mettere al centro il curriculum dello studente con tutte le esperienze fatte e le competenze acquisite dal maturando. Al momento rimangono le prove Invalsi e lo sbarramento degli scrutini per l’esame finale: per accedere alla Maturità bisognerà avere una media dei voti complessivamente sufficiente. Quest’anno, poi, dovrebbe essere reintrodotta la possibilità della bocciatura. Dovrebbe invece rimanere immutata la formula sui componenti della commissione: presidente esterno e membri interni. Queste le prime indicazioni trapelate: entro la fine della settimana dovremmo conoscere l’esito della riflessione del nuovo Ministro.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...