DAD, LE SCUSE PIU’ BANALI… CHE PASSERANNO AGLI ANNALI

Il nuovo tormentone,

per evitare compito o interrogazione,

è sicuramente “Prof., scusi, non mi funziona la connessione…

non è che ci possiamo sentire per mail, a fine lezione ?”

In garn voga anche “Scusi non la sento, stanno facendo lavori vicino casa mia”…

E magari, guardando dalla finestra, non si scorge un’anima per tutta la via…

“Guardi prof., non vedo il link” …

perchè dire “non ho idea di cosa dice” fa poco chic.

“Sono dovuto uscire per una visita, mi spiace professore …”

e magari si è guardato una serie su netflix nelle ultime due ore …

Ma forse, la risposta più gettonata,

quella più sentita, quasi inflazionata,

rimane sempre e comunque “Prof. non sento, può ripetere?”

e nel frattempo cerca suggerimenti, nella maniera più celere.

“Prof. c’era un’interferenza…”

ha preso il posto del classico “Prof non ho il quaderno, ma i compiti li ho fatti, mi appello alla sua clemenza”.

Gli studenti spesso puntano la telecamera verso lo stipite della porta,

ed ecco puntualmente l’insegnante che li esorta,

ad inquadrare il viso nella sua totalità…

sembra poco, ma non è una banalità.

Come fa un professore a rivolgersi ad un soffitto vuoto,

e soprattutto a dargli un voto?

Diciamo che la scuola post pandemia

ha cambiato di molto la sua fisionomia …

tranne che gli studenti,

rimangono i soliti adolescenti …

mentre i professori, in modo un pò diverso, ma sono sempre gli inflessibili controllori,

pronti a preparare alunni che starebbero volentieri in pigiama …

finchè qualcuno non li sgama !

 

Lucia Petricci

Articoli recenti

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

LA DENUNCIA DEI PRESIDI: TROPPE SCUOLE AL FREDDO

Si surriscalda la polemica attorno alle scuole e, in questo caso, verrebbe da dire bene. Il problema, infatti, è proprio la temperatura troppo fredda che rende difficile per molti studenti studiare in condizioni normali. Stando alla denuncia del presidente...

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

“Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare”

Perché non sviluppare strategie metacognitive già dalla scuola primaria? “La caratteristica peculiare dell’Università consiste nell’insegnare a studiare. La laurea è solo la prova che si sa studiare, che si sa acquisire formazione da se stessi e che ci si è trovati...

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

RIDIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

Non è vero che la matematica non sia un opinione. Ce lo insegna la polemica innescatasi in questi giorni sul piano di ridimensionamento scolastico. E a tremare è anche il principio che 2 più 2 faccia quattro. Non nel senso che non sia vero, ma che può essere...