Riapertura scuola: i sindacati contrari

Fonte  La Repubblica – 20 aprile 2021

I sindacati delusi dall’incontro con il Capo di gabinetto del ministero all’Istruzione, Luigi Fiorentino, sula tema della riapertura al 100% delle scuole da lunedì 26 aprile. “Una riunione del tutto inconcludente” è stata definita da Rino di Meglio della Gilda. Francesco Sinopoli, alla guida della Flc-Cgil, è chiaro: “il governo rivaluti la scelta”. La Cisl insiste con la sua segretaria Maddalena Gissi: “In molte scuole gli spazi sono piccoli e quando una classe deve contenere 30 alunni la situazione diventa complicata. Per questo chiediamo che siano le scuole singolarmente a decidere sulla completa riapertura”. Per tutte le sigle sindacali della scuola la richiesta è di concludere in fretta la campagna di vaccinazione del personale scolastico, bloccata in alcune regioni, comunque ferme al 73% di insegnanti che hanno ricevuto la prima dose. Insomma, dall’incontro è emerso che verrà riproposto il protocollo che fece partire le scuole a settembre e ci si basa sui 150 milioni distribuiti alle scuole previsti dal ‘Decreto Ristori’. E il rinvio alla riunione di domani del Comitato tecnico scientifico con il ministero all’Istruzione per valutare la necessità di una rimodulazione delle misure finora applicate. Per Sinopoli “ci troviamo davanti a un atto di volontà politica non supportato da condizioni reali. Prima di decidere la riapertura al 100% in presenza, bisogna riprendere subito la campagna di vaccinazione, rinnovare i protocolli di sicurezza, effettuare tracciamenti, anche a campione, valutare i dati dei vaccinati, ancora non disponibili. In caso contrario, non c’e’ alcuna garanzia”. Spiega Elvira Serafini dello Snals: “La preoccupazione è forte, non capisco come si possa ripartire quando siamo allo stesso punto di quando avevamo chiuso”.

Abstract articolo di Ilaria Venturi

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...