Organico secondaria: cattedre da 15 e 20 ore

Fonte:  orizzontescuola.it – 5 maggio 2021

Organico scuola secondaria di secondo grado, costituzione cattedre e attribuzione insegnamenti alle classi di concorso. Prosegue l’approfondimento di Orizzonte Scuola riguardante l’organico del personale docente a.s. 2021/22.

L’organico di diritto del personale docente del prossimo anno scolastico, come leggiamo nella nota n. 13520 del 29/04/2021, è costituito complessivamente da:

620.623 posti comuni

106.179 posti di sostegno

50.202 posti destinati al potenziamento

Costituzione cattedre

Le cattedre della scuola secondaria di secondo grado devono essere costituite da 18 ore settimanali, secondo quello che è l’orario obbligatorio di insegnamento dei docenti definito dal CCNL e salvaguardando l’unitarietà d’insegnamento di ciascuna disciplina.

Qualora non sia possibile costituire cattedre di 18 ore, anche ricorrendo a una diversa organizzazione modulare, si può procedere alla formazione delle stesse con un orario inferiore, purché prevedano un orario settimanale di almeno 15 ore. In tal caso, ai fini del completamento dell’orario, il docente è impiegato in attività di potenziamento e/o per attivare ulteriori insegnamenti finalizzati al raggiungimento degli obiettivi previsti nel PTOF.

Al solo fine di garantire la titolarità dei docenti soprannumerari, infine, è possibile formare cattedre con un orario settimanale di massimo 20 ore, posto che non sia possibile formarle come detto sopra. In tal caso, ossia di cattedre con orario settimanale superiore a 18 e inferiore a 21 ore, le ore eccedenti le 18 vengono considerate utili ai fini contrattuali per l’intero anno scolastico, come leggiamo nella nota ministeriale dedicata alle disposizioni comuni per la scuola secondaria, e quindi retribuite sino al 31 agosto. (…)

Pertanto, in presenza di docenti titolari, l’attribuzione delle ore riguarderà (laddove possibile naturalmente) la classe di concorso dei predetti docenti.

In assenza di titolari nell’istituzione scolastica interessata, previa intesa con l’Ufficio territoriale competente, i dirigenti scolastici attribuiscono le ore alle classi di concorso, per le quali vi è esubero a livello provinciale, e a quelle per le quali vi sia capienza delle graduatorie per le immissioni in ruolo.

Attribuzione ore in assenza di esubero e capienza delle graduatorie per le assunzioni in ruolo

In assenza di esubero a livello provinciale e di capienza delle graduatorie per le immissioni in ruolo, d’intesa con l’Ufficio scolastico territoriale e sulla base del parere del Collegio dei docenti reso in coerenza con il PTOF, i dirigente scolastici individuano la classe di concorso alla quale assegnare l’insegnamento.

Docenti assegnati assegnati a classe di concorso diversa da quella di titolarità.

I docenti, assegnati a  insegnamenti attribuiti ad una diversa classe di concorso (diversa da quella di titolarità), mantengono le attuali sedi e cattedre sino a quando restano in servizio nella medesima istituzione scolastica. (…)

Abstract articolo di Nino Sabella

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...